Suffragio universale e richieste di diritti contro spogliarelli e serate a tema

Spogliarelli, spettacoli spesso di dubbio gusto, serate a tema: la festa della donna si trasforma spesso in un’occasione per riunirsi e concedersi qualche ora di trasgressione tra amiche.

Le proposte nei locali di tutta Italia non mancano. Tutte rigorosamente off limits alle comitive maschili. Dai concerti agli spettacoli di vario genere: in tutta Italia non mancano di certo gli appuntamenti per questa ricorrenza. Quella dell’8 marzo, però, non è una giornata che ha avuto origine per questo motivo. Anzi. Lo spirito della festa della donna è di tutt’altro tenore.

Sono diverse le versioni in merito alle origini di questa ricorrenza: la prima si fa risalire al Congresso della II Internazionale socialista di Stoccarda nel 1907. L’argomento che vide protagoniste le donne? La proposta di suffragio universale. Il vento stava iniziando a cambiare e l’anno successivo negli Stati Uniti l’americana Corinne Brown scrisse che il Congresso non avrebbe avuto “alcun diritto di dettare alle donne socialiste come e con chi lavorare per la propria liberazione” e nel 1909 fu organizzata, l’ultima domenica di febbraio, la prima “Giornata della donna”.

Da lì furono numerose le iniziative che si susseguirono anche in Europa. Il suffragio universale, la liberazione delle donne da un sistema maschilista, l’acquisizione dei diritti: tutti princìpi che oggi l’8 marzo sembra aver perso. Non che tutte le feste e gli eventi debbano essere annullati, sia chiaro. Ma la “festa della donna” in senso stretto di certo non rimanda a spogliarelli o “serate anti uomini”.

Se in passato la necessità di affermare diritti che attualmente sembrano elementari come quello di voto per tutte le donne maggiorenni erano pressanti, oggi il mondo femminile ha decisamente molti più diritti. Ma la società si evolve e con essa cambiano anche le richieste di chi ne è protagonista. Ma siamo del tutto sicuri che le richieste delle donne che fanno parte della società moderna siano rappresentate in spogliarelli e serate a tema?

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *