Destinazione Dublino

293/365: Dublino

La più grande città dell’Irlanda, oltre che la capitale della Repubblica. Una meta perfetta per un weekend, ma piena di tradizioni e luoghi da scoprire che può essere anche una destinazione per una vacanza più lunga. La città della musica, dei pub e della birra, a Dublino l’atmosfera è sempre un po’ magica. Terra di scrittori che l’hanno amata e descritta, casa di un popolo fantasioso e dalle grandi idee, una città da vedere e da assaporare in ogni angolo.

Dove: Dublino è in Irlanda, è la capitale, oltre che la città più grande e popolata del paese e di tutta l’isola.

Numero di abitanti: la città di Dublino conta oltre 500 mila abitanti, se si considera l’area metropolitana gli abitanti superano il milione.

Da vedere in quanti giorni: in molti visitano questa città in un weekend, 3, quattro giorni sono utili per visitarne una parte, per conoscerla bene ci vogliono almeno una settimana, dieci giorni.

Da fare assolutamente: tra i simboli della città c’è il Trinity College, uno dei più prestigiosi istituti al mondo, all’interno da non perdere c’è la biblioteca. Da vedere a Dublino ci sono i castelli come quello che prende il nome dalla città, ma anche l’Howth e il Makahide, antica residenza dei Talbot. Molto belle anche le chiese come Christian Church Cathedral e la St. Patrick, la cattedrale nazionale dell’Irlanda protestante. Per vistare la città poi il consiglio è di passeggiare in centro per non perdere gli altri angoli, i ponti e i luoghi da vedere.

Qualche consiglio: se siete a Dublino non potete perdere una visita alla Guinness Store House, per scoprire la storia e le origini di questa birra particolare.

Da assaggiare: la cucina irlandese si basa su ingredienti poveri, sicuramente va assaggiato l’Irish stew, lo stufato di montone e agnello servito con patate, cipolle ed erbe aromatiche, oppure i Booth potato, dei pancake tradizionali. Da provare poi c’è la birra tipica dell’Irlanda, la Guinness.

Read more

Destinazione Caldarola

268/365: Caldarola

Arte, storia e castelli. Caldarola, borgo in provincia di Macerata, nell’entroterra marchigiano, è un piccolo gioiello di architettura urbanistica del Cinquecento. Chiamato anche terra dei cinque castelli, rappresentati dalle cinque frazioni di Vestignano, Pievefavera, Croce e Valcimarra, oltre al borgo di Bistocco, è un piccolo centro che vale una visita. Non lontano da paese da vedere c’è il lago di Pievefavera o di Caccamo, luogo dove si possono fare molte attività. Conosciuto anche come “la porta dei Sibillini”, Caldarola non è lontano dal territorio che riguarda questo parco nazionale che comprende più provincie delle Marche e anche parte dell’Umbria. La posizione strategica di questo comune è perfetta per fare da tappa per organizzare un tour più ampio.

Dove: nelle Marche, in provincia di Macerata, nel territorio dell’Unione Montana dei Monti Azzurri.

Numero di abitanti: il paese di Caldarola non è molto grande e conta circa 1700 abitanti.

Da vedere in quanti giorni: il borgo con le frazioni, una più particolare dell’altra si visita in due o tre giorni. Il territorio è molto ampio e presenta tanti luoghi d’interesse. Questa zona delle Marche può essere perfetta anche per vacanze molto più lunghe.

Da fare assolutamente: visitare il centro storico, non perdere le frazioni di Vestignano, Pievefavera, Croce e Valcimarra, fare un giro al lago di Caccamo. Vivere il territorio andando alla scoperta degli altri borgo vicini e approfondendo alcune tradizioni che qui sono ancora vive.

Qualche consiglio: Caldarola non è lontana da molti altri borghi da visitare nell’entroterra maceratese. L’ideale per conoscere la zona è organizzare un tour di qualche giorno. Una decina di giorni possono bastare per vedere la zona.

Da assaggiare: i principali prodotti marchigiani, dai salumi alle carni, ai primi piatti fatti in casa, tutti genuini e da provare. Tutto annaffiato da del buon vino, rosso Conero o bianco Verdicchio, per finire con un bicchiere di Varnelli come digestivo.

Read more