Trekking urbano : scopri Macerata con la passeggiata del brivido junior

passeggiataRaccontare gli spazi, quelli di una città dove da otto anni vivo.
Macerata dove tempo fa mi sono trasferita, nelle Marche. Raccontarli ai bambini in una passeggiata del brivido, organizzata in occasione nella 16esima giornata del trekking urbano (scopri di più sul Trekking Urbano) che ne “La grande lentezza” sottolinea “Tutto il bello che c’è”.

Anche questo è un modo per viaggiare. Girare l’angolo e andare a fondo per capire di più su quel luogo che si pensa di conoscere senza avere dettagli certi sul suo passato.

macerataUn modo per viaggiare e condividere la bellezza di raccontare una città ricca di punti di interesse come Macerata. Un viaggio interattivo dedicato ai bambini (da 0 a 12 anni) tra i luoghi misteriosi della città.

Sarà divertente, tra quiz e giochi interessanti e da fare insieme, passeggiare godendo anche del tempo che per questa occasione si placa e rallenta.

Sarà interessante guidare il gruppo insieme a Silvia Alessandrini Calisti, ideatrice e curatrice del blog mammemarchigiane.it.

Il tour partirà da piazza della libertà sotto la torre dei tempi alle 16.30, giovedì 31 ottobre e terminerà terminerà un’ora e trenta dopo in biblioteca comunale Mozzi Borgetti con l’evento “Le Marche e la magia delle parole” curato da Giaconi editore.

Il tour toccherà piazza Strambi, via Lauro Rossi, piazza Mazzini, la torretta del Boia in via dei Sibillini, Porta Montana, per finire alla Biblioteca Mozzi Borgetti non prevede barriere architettoniche, tranne una scalinata ma con strada alternativa utilizzando l’ascensore.

Partecipazione gratuita, il numero massimo dei partecipanti è stato raggiunto: è possibile però essere inseriti in lista di attesa in caso di defezioni. I numeri per prenotarsi sono: 3483176783 (Erika) e 3493726757 (Silvia) anche via whatsapp (comunicare nome, cognome, età dei partecipanti).

In caso di maltempo il tour potrebbe essere annullato.

Read more

Festa della Cipolla di Vatolla
prossimo appuntamento il 3 e 4 agosto

L'evento continua per altri tre fine settimana, fino al 25 agosto.

cipolleTerra di mare, di borghi, di tradizioni antiche che si tramandano nel tempo, un territorio pieno anche di sapori e prodotti da assaggiare. Cilento. Tutto racchiuso in una parola che rappresenta una zona d’Italia, quella autentica, vera, bella e da scoprire. E, a proposito di prodotti e di sapori, in questa zona, nella piccola frazione di Vatolla, in provincia di Salerno c’è la cipolla locale da provare. Una tipicità celebrata dalla tradizionale festa che ha fatto il pieno di pubblico nei i primi due week end. 

Un evento che continua per altri tre fine settimana, fino al 25 agosto. Un imperdibile percorso sensoriale ed emozionale, dove la Cipolla di Vatolla, l’ecotipo agro-alimentare simbolo del territorio, incontra tanti altri prodotti vicini al sistema di valori proprio della Dieta Mediterranea e accoglie il visitatore conducendolo alla scoperta delle strade e dei vicoli dell’affascinante borgo. A cominciare dalle frittelle di cipolla, passando per frittate e torte, continuando con il susciello (zuppa di cipolle con uova e formaggio caprino) e con le zuppe di fagioli e cipolla, senza dimenticare la parmigiana di cipolle e la cipolla gratinata, per finire con le carni, spezzatino e hamburger di cipolla, e con i primi, tagliolini con cipolla caramellata e ravioli alla genovese. Questo il menù proposto per l’occasione, interamente pensato utilizzando come ingrediente principale la Cipolla di Vatolla, che ha saputo conquistare il pubblico e ha fatto registrare il tutto esaurito già nel primo week-end dell’evento. Non solo ottimi piatti, ma anche tanti momenti dedicati alla cultura e all’approfondimento all’insegna del tema scelto per la sesta edizione della festa: “Gli Archetipi del Cilento antico, il Tempo, il Silenzio, il Paesaggio”. Il 3 e il 4 agosto protagonisti saranno le erbe spontanee e la poesia.

Leggi qui il programma completo dell’evento.

cipolle

cipolle

Read more