La playlist dance per scatenarsi d’estate

Trenta brani per tornare ad essere ramarri come negli anni Novanta

L’estate è finalmente scoppiata e con la bella stagione arriva anche la voglia di trascorrere del tempo all’aria aperta, magari facendo una grigliata con amici e parenti. Ormai fra i must da portare in spiaggia o in una pineta o semplicemente da mettere sul balcone di casa durante un aperitivo c’è la cassa portatile per ascoltare musica ovunque ci si trova collegandola allo smartphone tramite bluethooth. La musica, si sa, è sempre la caratteristica principale di tutti i momenti di festa e di moltissimi viaggi. Ecco allora qualche consiglio per un flashback del tutto danzereccio. Vi proponiamo la nostra playlist di brani dance che hanno fatto ballare milioni di persone negli anni Novanta e nei primi anni Duemila. Una playlist di canzoni con la quale sarà impossibile rimanere fermi. Che aspettate? Scatenatevi e non abbiate timore di tornare ad essere i tamarri degli anni Novanta.
1- Obsession (Chase) Guarda il video
2 –King of my castle (Wamdue Project) Guarda il video 
3 – Bailando (Paradisio) Guarda il video
4 – Don’t be so shy (Imani) Guarda il video
5 – I need a miracle (Guru Project) Guarda il video
6 –The color inside (Typical) Guarda il video
7 – Infinity (Usura & Datura) Guarda il video 
8 – Blue (Eiffel 65) Guarda il video
9 – The rythm of the night (Corona) Guarda il video
10 – Shining star (Get far) Guarda il video
11- Try me out (Corona) Guarda il video
12 – Gipsy Woman (Crystal Waters) Guarda il video
13 – Be my lover (La Bouche) Guarda il video
14 – My heart goes boom (French affair) Guarda il video
15 – Believe (Cher) Guarda il video
16 – All that she wants (Ace Of Base) Guarda il video
17 – 9 pm (Atb) Guarda il video
18 – Boom boom boom boom (Vengaboys) Guarda il video
19 – L’amour toujours (Gigi D’Agostino) Guarda il video
20 – 2 Times (Ann Lee) Guarda il video
21 – Tell me why (Prezioso) Guarda il video
22 – Missing (Everything but the girl) Guarda il video
23 – You want my love (Paps n skar) Guarda il video
24 – Saturday Night (Wighfield) Guarda il video
25 – The bad touch (Bloodhound gang) Guarda il video
26 – Geordie (Gabry Ponte) Guarda il video
27 – Vamos a la playa (Miranda) Guarda il video
28 – Around the world (Atc) Guarda il video
29 – Freed from desire (Gala) Guarda il video
30 – Children (Robert Miles) Guarda il video

Read more

TourInTime, ottimizzare il tempo in viaggio: ecco l’idea di Erika Mariniello

L'app servirà per dare consigli di viaggio e utilizzare bene il tempo a disposizione in base ai propri interessi

Avete presente quando chiedete ad amici e parenti “Sarò per tre o quattro ore in quella città e non so cosa fare. Non mi va di rimanere in stazione o in aeroporto, vorrei fare qualcosa. Avete consigli da darmi?” E non ricevete risposte utili per un tempo così esiguo?

Supportando il progetto di TourInTime questo problema si risolverà. Di cosa si tratta? TourInTime è un’idea di Erika Mariniello che prende le mosse da una necessità essenziale, che è poi uno dei concetti chiave che accomunano tutti i lettori di Si Parte con Erika, ovvero quella di viaggiare e soddisfare la curiosità di conoscere il mondo utilizzando il tempo a disposizione. Questo progetto che sarà costituito da un sito internet e da una app per smartphone si propone proprio di fare da guida a chi si trova in un luogo per un tempo limitato, ma vuole comunque soddisfare alcune curiosità e conoscere aspetti nuovi di quella città o paese.

La sperimentazione prenderà il via dal territorio delle Marche e poi si estenderà via via a tutta l’Italia. La partecipazione degli utenti è però fondamentale per il suo sviluppo. Come tutte le start up, infatti, anche TourInTime ha bisogno di fondi per crescere. Come fare per conoscere meglio TourInTime e per sostenere l’iniziativa? Basta andare sulla piattaforma Eppela cliccando qui e scegliere quanto donare. Ogni contributo è prezioso, perché significa che chi lo ha donato ci ha messo il cuore.

Un progetto ambizioso? Senza dubbio, ma solo chi osa può riuscire a volare. E magari con il sostegno di tutti voi appassionati di viaggi questo progetto potrà entro breve cominciare a volare.

A cosa serviranno i finanziamenti? A creare in prima battuta un team di esperti e conoscitori del territorio che potranno consigliare i viaggiatori. Dopodiché si passerà alla seconda fase, quella di sviluppo anche tecnologico vero e proprio. Il terzo e ultimo passo sarà quello di sperimentazione proprio fra i viaggiatori e utenti.

Cristiana Mariani

Read more