Alle Channel Island,
isole paradiso nel Canale della Manica

Sono cinque fazzoletti di terra bagnati dalle acque dell’oceano Atlantico e del Mare del Nord. Luoghi fuori dalle rotte del turismo tradizionale dove si mescolano storia, cultura e spazi di natura ancora selvaggia

jersey5

I negozi chiudono al massimo alle 17.30. L’alta marea di giorno tiene a galla le barche e di notte le lascia riposare immerse nella sabbia. Il vento forte fa incazzare il mare. Quel mezzo strano, blu, una specie di autobus che viaggia sia sull’acqua sia sulla terra e che porta i turisti a visitare il castello. Il faro bianco, bellissimo, imponente tra gli scogli. Vorrei essere lì adesso. In questo momento vorrei essere a Jersey, una delle Channel Island. Adesso che è notte inoltrata per svegliarmi domani in uno dei posti che amo di più. Le Channel Island sì, qu04elle piccole isolette nel canale della Manica. Quelle che conoscono in pochi e che io ho trovato per caso in un pomeriggio qualunque mentre cazzeggiavo su Google Earth in cerca di una meta per evadere un po’. Un posto che appena scoperto è diventato subito una fissazione da raggiungere. Un paradiso dove tutto sembra funzionare alla perfezione e dove si può stare tranquilli, senza pensieri. E poi, per arrivare a destinazione non è che ci voglia molto, basta raggiungere Londra e proseguire in volo per un’altra ora circa. Che emozione ho provato quella volta, non ci potevo credere. Ci tornerei ora per staccare la spina da tutto, per ristabilire le priorità e far riemergere quello che è importante davvero. Per andare a salutare i lemuri nel Durrrl Wildlife park e per rivedere quei tramonti. Poi ci tornerei anche per fare un salto a Guernsey e a Sark dove, per quanto ne so ci si sposta ancora a cavallo e col calesse. Mete che per una serie di congiunture astrali avverse non sono riuscita a raggiungere durante il viaggio a Jersey. Ci tornerei adesso, sì ora. Chissà se trovo un volo….

GUARDA LE FOTO 

Read more