Capitale della cultura 2020, Macerata è tra le 10 finaliste. 5 luoghi da non perdere in città

Raggiungibile comodamente in autobus a prezzi convenienti, Macerata è tra le candidate a diventare Capitale della cultura nel 2020. Ecco cosa c'è da vedere!

Accanto ad Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Merano, Nuoro, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso c’è Macerata, città marchigiana arrivata in finale per il tanto atteso riconoscimento di Capitale della Cultura per il 2020.

Un centro storico ricco di luoghi di interesse, vicoli, piazze e lo Sferisterio, conosciuto nel mondo per il Macerata Opera Festival. Una città dove la qualità della vita è alta e dove si può assaporare tranquillità e benessere, senza tralasciare la possibilità di organizzare una piacevole serata con gli amici nei numerosi locali del centro e dove le tradizioni si sono mantenute nel tempo.

macerataManca poco alla proclamazione ufficiale che si terrà il 16 febbraio alle 11 nella sede del Ministero di Roma. E, ad un mese dall’ufficializzazione, il Ministero dei beni per le attività culturali e del turismo annuncia le dieci città candidate.

Nell’attesa di quella che per Macerata potrebbe essere una data da ricordare facciamo un giro e scopriamo che cosa c’è da non perdere in città.

Cinque luoghi, alcuni in centro e uno poco fuori che valgono assolutamente una visita.

Piazza della libertà e l’orologio
Da vedere c’è sicuramente Piazza della Libertà, in cima alle scalette che a Macerata sono un altro simbolo importante. La piazza è il cuore del centro storico e se alzate lo sguardo potete vedere l’orologio astronomico recentemente restaurato. Un’opera d’arte di meccanica e precisione costruita dal maestro Alberto Gorla. Ogni giorno alle 12 e alle 18 è possibile vedere in azione i Magi e l’angelo che si inchinano passando davanti alla statua della Madonna col Bambino. Il quadrato policromo illustra i moti della volta celeste, del sole e della luna e i circuiti dei cinque pianeti.

Palazzo Buonaccorsi, il museo delle carrozze e la sala dell’Eneide
Anche il settecentesco Palazzo Buonaccorsi, poco distante da Piazza della Libertà va visitato. All’interno ospita il Museo della Carrozza, reso possibile grazie ad un’importante donazione di Pier Alberto Conti. Nel primo piano ha sede una bellissima collezione di quadri di arte antica e la meravigliosa sala dell’Eneide, nel secondo, invece è stata allestita un’esposizione di arte moderna.
Lo Sferisterio, arena della musica
Un altro luogo di grande interesse, simbolo della città, è lo Sferisterio. L’arena, costruita grazie alla generosità di 100 consorti maceratesi per il gioco della palla col bracciale, nell’ottocento, oggi è la casa della musica, dell’opera lirica durante il Macerata Opera Festival e di numerosi eventi e spettacoli.

I vicoli del centro storico, passeggiata tra locali e negozi
Per visitare davvero la città, l’ideale è passeggiare per le vie del centro. Lasciare l’auto fuori dalle mura e godersi il centro a piedi. I vicoli, le piazze, grandi e piccole, i tanti locali e bar rendono il tutto più bello e piacevole. In una passeggiata di un paio d’ore potete andare alla ricerca degli scorci più belli e dei vostri angoli preferiti. Macerata vi stupirà per la sua bellezza.

Borgo Ficana
Poco fuori dal centro si trova questo piccolo quartiere davvero particolare, Borgo Ficana, un piccolo agglomerato di case in terra cruda che ha un forte valore storico monumentale e che porta con sé la storia della comunità contadina che qui ha vissuto per anni. Visitatelo, fate una passeggiata nella storia pensando anche al futuro che grazie a quest’opera di valorizzazione ha basi più solide.

Per raggiungere Macerata, l’autobus è il mezzo ideale. Ecco cinque possibili tratte proposte da Roma Marche Linee coi relativi costi andata e ritorno, economici e vantaggiosi:

Roma/Macerata: 41 euro, viaggio di andata e ritorno

Napoli/Macerata: 55 euro, viaggio di andata e ritorno

Caserta/Macerata: 52 euro, viaggio di andata e ritorno

L’Aquila/Macerata: 35 euro, viaggio di andata e ritorno

Cassino/Macerata: 45 euro, viaggio di andata e ritorno

Read more

Vacanze al mare?
Ecco dove andare nelle Marche, in autobus

Continuano i miei consigli per vacanzieri e non che si muovono rigorosamente in autobus. Qualche idea di meta per trascorrere momenti di relax e riposo al mare

Grottammare, San Benedetto del Tronto, Pedaso, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio. Località di mare dove organizzare una piacevole vacanza nelle Marche. E per raggiungere queste perle bagnate dall’Adriatico perché non prenotare un viaggio in autobus? Dal centro Italia (partendo anche da grandi città come Roma e Napoli) il trasferimento è veloce, comodo e conveniente. Con prezzi a partire da 30 e 50 euro, infatti, da Roma e Napoli si arriva in poco tempo nelle Marche.
4VIAGGI mareGrottammare, in provincia di Ascoli Piceno, offre spiagge di sabbia fine e stabilimenti balneari attrezzati. Per gli amanti degli animali, da non perdere, l’area riservata ai cani, la spiaggia libera 14,una dog beach che si estende per oltre 1400 mq delimitata da una recinzione in legno. Sul lido c’è anche un’area dove è possibile portare i cani in acqua. Grottammare, sulla Riviera delle Palme, offre panorami e scorci meravigliosi sul mare. Tra i borghi più belli d’Italia è l’ideale per chi cerca un posto dove riposarsi godendo del bello. La spiaggia di sabbia fine si estende per 5 lunghi chilometri ed è costeggiate da un lungomare ben tenuto e caratterizzato dalle palme, dagli aranci e dagli oleandri. Merita una passeggiata la zona vecchia aggrappata sulla collina. Tra i vicoli, le stradine e le piccole piazze non mancano scorci suggestive e luoghi dove sostare per una visita. Inutile dirlo, da lassù il panorama è mozzafiato.
In autobus con il servizio di Roma Marche Linee si raggiunge comodamente anche San Benedetto del Tronto, un’altra località di mare da non perdere per una vacanza all’insegna del divertimento, del bello, della natura e perché no anche delle tradizioni. Questa cittadina marchigiana sulla Riviera delle Palme è uno dei maggiori centri balneari del medio Adriatico. Molto attrezzata dal punto di vista delle strutture ricettive di vario genere capaci di rispondere a tutte le esigenze, offre anche una lunga spiaggia di sabbia fine che degrada dolcemente nel mare azzurro. San Benedetto, patria del gustosissimo brodetto cucinato da sempre seguendo l’antica ricetta da gustare con un buon Falerio o un Rosso Piceno, è perfetta anche per una vacanza in famiglia.
Da non perdere anche Pedaso, piccolo centro sulla costa, in provincia di Fermo. Oltre due chilometri di spiaggia di sabbia e ghiaia attrezzata, ideale anche per le vacanze in famiglia e con bambini piccoli. Il centro marchigiano, raggiungibile comodamente in autobus, si trova in posizione strategica ed è comodo anche per chi vuole visitare le Marche e magari andare a fare un giro nella bellissima Fermo oppure raggiungere qualche borgo come il suggestivo Torre di Palme. A Pedaso si può organizzare anche una vacanza dedicata alla buona tavola, alla scoperta per esempio della tipica pasta all’uovo della vicina Campofilone, o per dedicarsi al mare, al riposo e al divertimento.
1VIAGGI mareDa Roma, da Napoli e dalle principali cittadine del centro Italia servite da Roma Marche Linee in autobus si può comodamente arrivare anche a Porto San Giorgio, un altro centro balneare bagnato dall’Adriatico e con una proposta ricca adatta ad ogni tipo di turista e ad ogni esigenza. Un piccolo centro, nel cuore del Fermano, che offre una dimensione a misura d’uomo, dove non mancano strutture ricettive di diverso genere e dove la storia si respira ancora come un tempo passeggiando tra i vicoli marinari. La cittadina visitabile durante tutto l’anno propone tante iniziative per vivere un’estate in musica con numerosi spettacoli ed eventi pensati per far divertire grandi e piccoli.
Poco più a nord andando verso Civitanova Marche c’è un altro centro turistico ideale per organizzare una vacanza: Porto Sant’Elpidio. Ben 7 chilometri di costa con spiagge attrezzate anche per chi viaggia coi bambini piccoli, Porto Sant’Elpidio, in provincia di Ascoli Piceno, offre un mix di proposte, dal mare alla collina, dalle tradizioni fatte di cose semplici che si possono vivere e riscoprire alla modernità e ai servizi. Non mancano punti d’interesse da non perdere che raccontano le origini antiche di questo centro di mare e interessanti scavi archeologici. Porto Sant’Elpidio è un punto di arrivo perfetto per un itinerario in autobus ma anche un punto di partenza altrettanto azzeccato per visitare le Marche, andare ad Ascoli Piceno, a Fermo o magari a Recanati e a Loreto.

Read more