Si Parte in autobus, 5 cose che puoi fare comodamente in viaggio

Viaggiare in autobus è davvero comodo, provare per credere. Ecco 5 cose, le più importanti che si possono fare a bordo di un mezzo di Roma Marche Linee!

autobusComodità. Viaggiare in autobus significa anche questo. Posare la valigia nel bagagliaio, prendere posto e comodamente partire. Magari non ci pensate spesso, ma sono davvero tanti i vantaggi che si hanno scegliendo l’autobus. 

Eccone alcuni: 

1. In autobus puoi leggere, finire quel libro che da mesi occupa il tuo comodino. Una delle cose più belle che si possono fare in viaggio è sicuramente dedicarsi a se stessi, prendersi del tempo per fare cose piacevoli come leggere un bel libro. Magari quel romanzo che avevate cominciato più volte ma che non siete mai riusciti a finire per mancanza di voglia, tempo, luogo e momento giusto. Ecco, l’autobus può fare al caso vostro. Portate con voi un buon libro e mettetevi comodi.
2. Puoi fare la telefonata fiume che non avevi tempo di fare con la tua migliore amica o il tuo migliore amico. Sì, in autobus le telefonate possono durare anche un paio d’ore, tanto siete seduti comodi e non avete alcun pensiero. Così potete prendere del tempo per voi, per raccontarvi a chi dovevate chiamare da qualche giorno, ma per mancanza di tempo e momento ideale avete lasciato perdere. Se ci pensate bene anche in auto potete fare delle lunghe telefonate con l’auricolare però e senza essere del tutto concentrati sulla conversazione perché dovete prima di tutto pensare a guidare.
autobus3. Pensare comodamente. In autobus potete farlo. Avete presente quando siete in quel momento in cui i vostri pensieri vi riempiono la mente e magari dovete lasciarli lì per fare mille altre cose più urgenti e importanti al lavoro? Ecco l’autobus può essere il posto migliore per dare spazio a quello che vi passa per la testa senza avere altro da fare. Guardate fuori dal finestrino e pensate, che cosa c’è di più rilassante?
4. Dormire. A molte persone accade, i mezzi di trasporto conciliano il sonno. Se siete abituati a dormire viaggiando, l’autobus può essere il mezzo ideale per riposare. Salite, vi sedete comodamente e vi addormentate senza pensare a niente. All’arrivo vi sveglieranno non preoccupate e sarete pronti per affrontare meglio la giornata!
5. Ascoltare la musica. Anche passare qualche ora con le vostre canzoni preferite nelle orecchie non è male come passatempo. In autobus potete far partire la vostra playlist preferita e fantasticare con il sottofondo giusto, quello che scegliete voi e che è adatto al vostro stato d’animo e che vi va di sentire in quel momento. Anche in questo caso potete farlo comodamente, non dimenticatevi gli auricolari.

Read more

Quattro giorni ad Ischia, l’isola delle emozioni

Non sì possono leggere solo i giornali, non si può pensare che tutto quello che i media raccontano sia la verità assoluta. Ischia continua ad essere meravigliosa, vieni a scoprirlo coi tuoi occhi!

Ischia30 agosto. Il primo di quattro giorni sull’isola di Ischia.

Qui ad Ischia emozionarsi è facile. Mi succede spesso di rimanere in silenzio, senza parole, e oggi mi è successo più volte.

Oggi sono arrivata ad Ischia all’ora di pranzo e in poche ore mi sono emozionata tante volte. Così dopo essere stata qualche giorno fuori dall’Italia, nella caotica e super movimenta metropoli di Londra, ancora una volta è bastato pochissimo a ricordarmi che amo follemente la terra dove sono nata. L’Italia. Qui si che ci si emoziona davvero.

Colori, rumori, profumi, gente, tanta gente viva, in motorino, in auto, a piedi. Persone in ogni dove, turisti, visitatori occasionali o abitudinari, coppie, bambini. Ischia è un mix di storie che suscitano le più disparate emozioni.

E oggi di emozioni, ne ho davvero provate tante.

davNon ho avuto parole quando ho visto preparare i piatti dello chef stellato Nino di Costanzo del Daní Maison che con una delicatezza rara e una maestria senza paragoni mi ha presentato un piatto di crudi di pesce che sembra un capolavoro, un quadro di colori e di sapori strepitosi. Così come quando ha composto e raccontato il suo dolce, Napul’…è che parla di Napoli e di tutte le sue bellezze e contraddizioni. Assaggiarlo è stato un privilegio.

Poco dopo sono rimasta in silenzio ad ascoltare i racconti di chi da anni realizza ceramiche artistiche sull’isola. Ho ascoltato la storia della famiglia Cianciarelli che da tempo riesce a creare dei capolavori di artigianato apprezzati in tutto il mondo.

Poi mi sono emozionata vedendo il tramonto coi suoi colori intensi e meravigliosi, facendo il bagno in un mare cristallino alle 8 di sera e assaggiando a cena i prodotti locali che veramente qui hanno sapori unici.

Privilegi, emozioni che si vivono passando qualche giorno a Ischia, che si provano solo stando sull’isola. Venite a scoprirlo e poi provate a smentirmi! 

Read more