Destinazione Arbatax

In Sardegna per scoprire l'Ogliastra

Arbatax51/365: Arbatax

In Ogliastra, sulla costa centro-orientale della Sardegna, Arbatax è la piccola frazione marina del Comune di Tortolì. Un angolo di natura e tranquillità dove organizzare una bella vacanza al mare in estate o dove trascorrere qualche giorno anche durante tutto l’anno. Il clima è mite, la vegetazione è rigogliosa e i panorami sul mare rimangono in mente per la loro bellezza. Ideale anche per organizzare qualche giorno di riposo in famiglia, Arbatax è famosa per la presenza di un porto turistico e commerciale che permette collegamenti per Genova, Livorno e Civitavecchia. Suggestive e da vedere ci sono le Rocce Rosse. Massi dalle grandi dimensioni in porfido che emergono dal mare creando un monumento naturale che regala uno scenario unico.

Dove: unica frazione di Tortolì, in Sardegna, in provincia di Nuoro

Numero di abitanti: il paese ha circa duemiladuecento abitanti

Da vedere in quanti giorni: la zona di Arbatax si visita in un paio di giorni, il territorio offre moltissimo da vedere soprattutto in estate. In quest’area della Sardegna potete passare una vacanza di una settimana, dieci giorni.

Da fare assolutamente: passare qualche ora in spiaggia, vedere le Rocce Rosse, una delle principali attrazioni della frazione costiera. Vedere Calamoresca.

 

Qualche consiglio: la zona di Arbatax è perfetta per organizzare una vacanza al mare. Visitate la zona d’estate, ma se volete essere sicuri di trovare posto prenotate per tempo. Molto bello l’Arbatax Park Resort.

Da assaggiare: l’Ogliastra, come tutta la Sardegna, è terra di pastori e contadini. Per questo la zona è ricca di prodotti locali, genuini e di ricette tipiche della tradizioni. Da assaggiare ci sono sicuramente il pane, detto il pistoccu, ma anche la carta da musica, una sorta di pane carasau. Tra i primi ci sono culurgionis, ravioli di pasta ripieni di patate e formaggio pecorino fresco, i malloreddus, gnocchetti a forma di conchiglia. Vere specialità di queste parti sono gli spaghetti ai ricci di mare e alla bottarga e la prelibata zuppa di pesce locale. Tra i secondi da provare ci sono i piatti a base di carne di maiale. Tra i dolci da non perdere i pabassinas e ammarettos (dolci di mandorle, uva sultanina e vino cotto) , il gattou (dolce croccante di mandorle e zucchero caramellato), i pardulas (con formaggio fresco aromatizzate con scorza di arancio o limone) e i pistoccus (biscotti).

Read more

Loro Piceno Experience per scoprire il borgo e il territorio

Un modo diverso per visitare il paese in provincia di Macerata.

Loro Piceno

Un viaggio alla scoperta del paese in provincia di Macerata con una passeggiata guidata nel centro storico, una visita speciale del Monastero di Castel Brunforte e un evento conclusivo nelle cantine del vino cotto e nei ristoranti tipici del luogo. Un bel modo per scoprire angoli nascosti, tra storie e aneddoti curiosi, e per vivere Loro Piceno, borgo che ha davvero tanto da offrire.

Quattro appuntamenti su quattro si chiudono sold-out. Numeri importarti che il borgo di Loro Piceno continua a registrare con gli itinerari “Loro Piceno Experience”, iniziative proposte dalla start up innovativa Expirit – L’Italia Autentica.

L’esperienza al castello, ideata e allestita dalla passione di Brunella Salvucci e fatta rivivere dalla signora custode del Castello, Giovanna Contigiani, è pronta a reinventarsi e a sorprendere ancora una volta chi vorrà visitare il Castello di Brunforte e vivere l’emozione di tornare nel ‘600, tra candele e dolci di un tempo ricavati proprio dalle ricette delle suore. La prossima tappa, infatti, prevista per il 16 marzo, vedrà la partecipazione straordinaria della filologa classica e cantante Elena Santilli. Ma non finisce qui. Il Comune, consapevole del proprio potenziale turistico e preso atto del grande progetto di promozione territoriale Marca Maceratese (MaMa) – Un viaggio che diventa esperienza, intende proporre per la stagione turistica alle porte un programma di iniziative ricco e di qualità che riguarderà tutto il borgo dove protagonisti saranno gli operatori locali.  Dalle aziende agricole, ai laboratori artigiani, ai ristoranti, alle strutture ricettive del borgo: tutti saranno coinvolti per progettare la propria speciale esperienza e fare, quindi, di questo borgo immerso nelle campagne maceratesi un’oasi di ospitalità e benessere.

“L’idea – commenta il Sindaco Ilenia Catalini – è di lavorare sugli eventi come occasioni di richiamo turistico, ma anche sul garantire un’offerta esperienziale in cantine di vino cotto, laboratori presso attività artigianali di Loro Piceno semplicemente prenotabili dal turista e promossi sul sito MaMa e con gli strumenti di promozione del Comune. I nostri Comuni hanno molto da offrire a chi li visita. Il problema è farlo conoscere e integrare l’offerta culturale di musei e beni visitabili con le attività di esperienza che si possono trovare disponibili semplicemente chiamando e prenotando le aziende. Vuoi mettere passeggiare per Loro Piceno, visitare la Chiesa di Santa Maria di Piazza con le tele restaurate dopo il terremoto, salire al Castello nella meravigliosa cucina del ‘600, conoscere il vino cotto nel museo comunale e poi fare una degustazione in una cantina delle nostre aziende o un aperitivo da Peppe Cotto, il macellaio poeta o una passeggiata con gli asinelli in campagna!? Facendo un’esperienza così si ha una conoscenza autentica del borgo. Finalmente c’è una start up che ha reso tutto questo possibile e lo ha anche messo in rete tra tutti i Comuni del MaMa- Marca Maceratese”.

Read more