Loro Piceno Experience, viaggio alla scoperta del borgo. Sold out per il primo evento

Il progetto ha l’obiettivo di rafforzare il brand territoriale, attraverso la riscoperta del patrimonio artistico di Loro Piceno e della cultura enogastronomica locale a partire dall’eccellenza: il vino cotto

Grande successo di presenze per il primo itinerario organizzato a Loro Piceno. Un viaggio alla scoperta del borgo con una passeggiata guidata nel centro storico, una visita speciale del Monastero di Castel Brunforte e un evento conclusivo nelle cantine del vino cotto, organizzato da Exprit, start-up innovativa di Macerata che opera nel turismo. Un bel modo per scoprire angoli nascosti, tra storie e aneddoti curiosi, e per vivere Loro Piceno, borgo in provincia di Macerata che ha davvero tanto da offrire.

Un’occasione speciale anche per visitare il Castello di Brunforte e vivere l’emozione di tornare nel ‘600 per un’esperienza esclusiva e rivolta ad un pubblico selezionato (massimo 20 persone).

Il primo evento, organizzato nel weekend, tra sabato e domenica 24 e 25 novembre ha dato il via ad una serie di iniziative che vedranno protagoniste le cantine del territorio che verrà declinato ogni volta in una particolare accezione. Dopo una bella passeggiata nel borgo con una visita al museo del vino cotto, il viaggio è proseguito al castello per vedere l’antica cucina del monastero, allestita da Brunella Salvucci e fatta rivivere dalla signora del castello, Giovanna Contigiani, che ha emozionato gli ospiti raccontando il legame forte che ha con questo luogo che custodisce da anni quotidianamente. L’itinerario si è poi concluso con un apericena nella Cantina “Il Lorese” con menù tipico della tradizione contadina.

Alla tappa della domenica hanno preso parte anche i soci di Yallers Marche, un’associazione di promozione sociale che esplora il territorio, capitanati dal team manager Mattia Mosca che hanno raccontato con dirette Facebook e Instagram live tutte le emozioni della giornata.

La prossima tappa sarà in programma per domenica 9 dicembre e la cantina protagonista sarà Tiberi. La partenza è prevista alle 15.30 e il termine della giornata alle 20 circa.

Per partecipare è necessario prenotarsi, contattando Expirit (340 8796974 – anche whatsapp).

Read more

Courmayeur, celebrazioni ad alta quota per i 150 anni dalla morte di Rossini

Tanti eventi in programma tra Italia e Francia per celebrare il genio di Gioacchino Rossini

Un evento ad alta quota per celebrare un genio: il grande Gioacchino Rossini, ricordato con un gran gala a Courmayeur a 150 anni dalla morte. Tredici novembre 1868, 13 novembre 2018, manca poco all’anniversario ufficiale, data per cui sono in programma numerosi appuntamenti a Pesaro, città marchigiana che ha dato i natali al compositore, Firenze, dove riposano le sue spoglie e Parigi dove ha passato l’ultima metà della sua vita.

CourmayeurA dieci giorni da una delle date simbolo per Rossini e per la musica in generale, si festeggia in alta quota. Lo scenario, ad un passo dal cielo, in Valle d’Aosta non poteva essere dei migliori. Skyway Monte Bianco a oltre duemila metri di altitudine della stazione Pavillon, ha ospitato l’evento “Rossini alpine opera gala”, organizzato in collaborazione con il Comune di Pesaro e che ha celebrato a suon di musica un’altra grande passione di Rossini, l’amore per la buona tavola e per i prodotti di qualità.

Durante la serata quattro chef stellati hanno proposto alcuni piatti, portando in tavola alcune ricette inventate dal compositore, accanto alle eccellenze di vini e formaggi locali. Rossini Roberto Cerea ha cucinato dei maccheroni alla Rossini con tartufo, Moreno Cedroni, chef marchigiano ha proposto le capesante con carciofi e foie gras, il franco-vietnamita Robert Vifian degli antipasti, lo chef Agostino Buillas, del caffè Quinton ha fatto assaggiare agli ospiti alcune specialità valdostane. Molto ricco anche il buffet dei dolci.

Il 13 novembre, ricorrenza della morte, le celebrazioni organizzate per quello che è stato definito l’anno rossiniano, volgeranno al culmine. Tre giorni di appuntamenti in programma tra Pesaro, Parigi e Firenze. Per scoprire meglio il compositore è possibile visitare la mostra Rossini 150 aperta fino al 9 gennaio in tre sedi: Pesaro, Urbino e Fano. Insomma, sono tante le iniziative in programma con l’obiettivo di celebrare nel migliore dei modi quello che è sempre stato e che è ancora oggi uno dei simboli dell’italianità nel mondo.

 

 

Read more