“Week end” tra Sibillini e Conero, le Marche tornano su Marcopolo

L'appuntamento è per domani venerdì 30 settembre, in prima serata, alle 20.30 su Marcopolo, canale 222 del digitale terrestre. In replica sabato 1 ottobre alle 13.30 e domenica 2 alle 7.30.

marcopolo

Troupe e ospiti di Week end

Un viaggio tra i libri e le numerose leggende che riguardano i Monti Sibillini e il Conero. Due luoghi, dalla montagna al mare, meravigliosi che vale la pena di vedere almeno una volta nella vita, visitando le Marche. Si sa, l’unica regione al plurale d’Italia racchiude davvero tutto: dalla buona tavola alle tradizioni, dalle antiche leggende ai personaggi che hanno fatto la storia, dai tesori naturalistici a chi, come gli scrittori dei libri pubblicati dalla casa editrice recanatese Giaconi, sa raccontare con le parole tutta questa abbondanza. Parole scritte sui testi che questa volta, insieme ai numerosi ospiti che Paolo Notari ed io abbiamo avuto il piacere di intervistare, ci hanno accompagnato tra borghi, luoghi incantati e località balneari, facendoci assaggiare le tipicità di una terra ricca anche dal punto di vista eno-gastronomico.

marcopolo

l’editore Simone Giaconi con i conduttori Paolo Notari ed Erika Mariniello

Un tour interessantisismo partito da Montefalcone Appennino dove abbiamo visitato il più importante museo dei fossili di tutti i Sibillini che si trova in questo piccolo borgo in provincia di Fermo dove una volta c’era il mare, per poi passare a Smerillo, luogo che vale la pena vedere per i meravigliosi panorami che offre ma anche per il famoso festival della Montagna che richiama tantissimi scrittori famosi e visitatori che arrivano da ogni dove. E, a proposito di libri e scrittori, proprio qui abbiamo incontrato Simone Giaconi, editore di Recanati che da sempre promuove testi ambientati nel territorio. Dall’entroterra fermano la troupe di “Week end” ha raggiunto Montemonaco, il regno della Sibilla. E’ qui che Paolo Notari ha scoperto insieme allo scrittore Enrico Tassetti i segreti di questa leggendaria figura circondata da fate e misteri. Il viaggio è continuato poi nel bellissimo “Giardino delle Farfalle”. Pensate a pochi chilometri da Caldarola, a Cessapalombo nella terra dei castelli c’è un luogo dove volano delle coloratissime farfalle, teatro anche del libro per bambini scritto da Barbara Cerquetti. I due gestori del giardino, Fabiana e Patrizio che tra l’altro cucinano una pizza divina, accompagnano i visitatori tra erbe officinali ed insetti.

marcopolo

Paolo Notari con lo scrittore Enrico Tassetti

Volando tra i colori di questi meravigliosi insetti, dalla montagna “Week end” ha raggiunto il mare. Protagonista della puntata anche il Monte Conero e le località balneari amate dai turisti che ogni anno raggiungono la costa da tutto il mondo: Sirolo e Numana. Anche qui si è dato spazio alle leggende che riguardano uno dei luoghi più particolari e suggestivi della costa marchigiana e alle tipicità della tavola come i moscioli di Portonovo, particolari “cozze” che si riproducono naturalmente e vivono attaccate agli scogli bagnati dall’Adriatico.

marcopolo

Paolo Notari, Erika Mariniello e il florovivaista Alessandro Magagnini

Il viaggio, davvero ricco di incontri e storie interessanti, si è concluso con una curiosità assoluta: Paolo Notari ha intervistato Alessandro Magagnini, eclettico florovivaista di Recanati che ha raccontato al pubblico come vengono realizzate le sue torte fatte di erbe spontanee del territorio completamente commestibili. Un altro viaggio in tv da non perdere. Un consiglio per mangiare e dormire, se capitate a Montemonaco e volete soggiornare in un posto da favola, appuntatevi “La Cittadella dei Sibillini“, una country house ideale per passare qualche giorno di vacanza.

GUARDA TUTTE LE FOTO REALIZZATE DURANTE LE RIPRESE 

Read more

Foliage e natura, i 30 giardini incantati da vedere in Italia

Oltre 30 luoghi da non perdere dal Trentino Alto Adige alla Sicilia per scoprire alberi secolari e immergersi in coloratissime foreste

giardiniQuando, da settembre a novembre va in scena il foliage – il momento in cui i boschi danno spettacolo di sé con la colorazione autunnale delle foglie – fare una passeggiata nella natura è davvero piacevolissimo. Lo è ancora di più se camminate in una delle foreste incantate che fanno parte del progetto di Husqvarna (il più grande produttore di attrezzature professionali per la cura del bosco e del giardino), un itinerario di 33 giardini imperdibili nei mesi autunnali, dove passeggiare tra i colori dei foliage e andare alla scoperta della lunghissima storia di alberi e piante secolari.

Letture di fiabe per bambini sotto l’albero più importante di ciascun giardino, passeggiate per i grandi per conoscere aspetti storici di questi luoghi incantati, iniziative e attività che in tre mesi daranno modo ai visitatori di assistere allo spettacolo della natura scoprendo esemplari rari che verranno appositamente segnalati in ogni giardino. Tra i numerosi “I Boschi incantati di Husqvarna”, da non perdere lo spettacolo della Valsugana dove l’immenso bosco alpino prende i colori magnifici, dal giallo oro, all’arancione fiammante al bordeaux intenso per incorniciare le opere di Arte Sella.
giardiniIn autunno si può vedere il cipresso nel Giardino Giusti a Verona, sotto il quale Goethe scriveva il suo diario di viaggio, o l’immensa distesa di boschi che partono dall’Oasi Zegna e accompagnano lo sguardo verso le montagne del Monviso. Il Bosco incantato per eccellenza è il Sacro Bosco di Bomarzo. Questo ‘folly’, nascosto tra i boschi del Viterbese, è una pietra miliare nella storia dell’arte. Immaginifiche sculture nascoste nella natura costituiscono un percorso esoterico pieno di suggestione. Il parco della Reggia di Caserta si estende per 120 ettari e include il parco all’inglese voluto da Maria Carolina Borbone, sorella di Marie Antoinette. Suggerito dall’Ambasciatore inglese William Hamilton, il giardino deve ad un altro inglese, il botanico John Graefer, la sua straordinaria collezione di alberi. L’uso degli alberi nei giardini all’inglese venne introdotto nel tardo settecento, per creare quell’effetto di giardino paesaggistico informale che quindi rende affascinante la salita fino in cima al parco per scoprire esemplari che provengono da tutto il mondo. E proprio dal giardino all’inglese si può ammirare anche il maestoso acquedotto, progettato da Luigi Vanvitelli, per portare l’acqua da ben 41 chilometri di distanza: un vero capolavoro di ingegneria unico al mondo nel suo genere.
giardiniDa segnalare anche Villa Cicogna Mozzoni a Bisuschio (Varese), un’antica casa di caccia dove, nei suoi boschi si dice che gli antenati abbiano cacciato addirittura un orso. Da non perdere anche la visita di Villa Melzi d’Eril con la sua elegante collezione di aceri giapponesi, alberi di piccolo taglio dal portamento raffinatissimo, dove ogni foglia pare dipinta a mano. Scoprite poi i cipressi di palude che, sull’Isola del Garda (S. Felice del Benaco, BS), affondano le loro radici direttamente nel lago: sembrano delle sentinelle che proteggono la piccola isola dal vento.
L’elenco completo dell’itinerario ‘I Boschi incantati di Husqvarna‘, gli orari degli eventi e delle aperture sul sito.

giardini

giardini

giardini

Read more