Destinazione Acireale

253/365: Acireale

In provincia di Catania, su un altopiano a strapiombo sul mare, Acireale è una città dalla storia molto antica. Dal tipico aspetto tardo medievale siciliano, il territorio è ricchissimo di luoghi d’interesse. Feudo di Filippo IV di Spagna durante il Medioevo, oggi questo centro vanta una grande fama turistica e idrotermale. Non mancano le terme romane e i bagni sulfurei così come grandi centri e spa che accolgono visitatori e turisti. In posizione strategica anche per visitare la vicina città di Catania, Acireale è da vedere durante il Carnevale, un famoso e tradizionale evento che si tiene ogni anno in città.

Dove: Acireale si trova in Sicilia, nel territorio della città metropolitana di Catania.

Numero di abitanti: il Comune di Acireale conta circa 52 mila abitanti.

Da vedere in quanti giorni: il territorio è ampio perché comprende, oltre ad Acireale anche i centri di Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Aci Castello, Aci Bonaccordi, Valverde e parte di Santa Venerina e Zafferana. Un’unica area urbana che comprende ben 130 mila abitanti e tanti luoghi da vedere. La città di Acireale si visita in qualche giorno, se avete occasione passate in questa zona della Sicilia almeno una settimana così potrete vedere anche Catania che merita.

Da fare assolutamente: affacciarsi dal terrazzo di Villa Belvedere, scoprire la bellezza degli edifici barocchi, nei vicoli della città, visitare la basilica di San Sebastiano, vivere il carnevale.

Qualche consiglio: Acireale è famosissima soprattutto per il carnevale e per il barocco, se potete visitate la città durante l’evento più importante dell’anno.

Da assaggiare: la Sicilia è ricca di piatti e prodotti da assaggiare. Ad Acireale non perdete il tipico cavolo trunzo, una varietà coltivata in zona. Da provare poi c’è la classica granita siciliana e Acireale è famosa per le zeppole di riso con il mieie, i cannoli ripieni con cioccolato e crema e ovviamente per i tipici arancini che in Sicilia non possono mancare.

 

Read more

Destinazione Paestum

252/365: Paestum

Un’antica città della Magna Grecia, chiamata Poseidonia dai chi la fondò in onore di Poseidone. Paestum, in Campania, in provincia di Salerno, è luogo da vedere. Un posto unico che parla di storia, di un passato antichissimo che ancora oggi si palesa in tutto il suo splendore agli occhi dei visitatori. Quello che si visita è una parte della città che corrisponde alla zona principale, il cuore caratterizzato dai monumenti più importanti. Facendo una passeggiata in questo meraviglioso sito archeologico si possono vedere l’agorà greca, il foro romano, i santuari coi rispettivi templi, e i luoghi dove avvenivano le riunioni politiche. Un posto che stupisce per la sua bellezza e maestosità.

Dove: Paestum si trova in Campania nel comune di Capaccio Paestum, in provincia di Salerno.

Numero di abitanti: il comune dove è situato questo parco archeologico conta circa 23 mila abitanti.

Da vedere in quanti giorni: Paestum si visita in una giornata, il territorio circostante merita un viaggio di almeno una settimana.

Da fare assolutamente: prendersi tutto il tempo necessario per visitare questo luogo che per la sua grande importanza è stato riconosciuto patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, insieme al Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Se potete prenotate una visita guidata per godere al meglio di questo luogo.

Qualche consiglio: se visitate Paestum, parco archeologico che si trova in provincia di Salerno, non perdete l’occasione anche di visitare questa città che non dista molto (leggi destinazione Salerno).

Da assaggiare: la cucina tipica è uno dei motivi per visitare la Campania. In questa regione d’Italia ovunque si mangia bene, le particolarità da provare sono sicuramente la tipica pizza napoletana e i dolci, tanti e diversi, tra cui da non perdere ci sono le sfogliatelle. Sono davvero molti i prodotti locali che si distinguono per genuinità e sapore. Assaggiate le mozzarelle che sono davvero squisite.

Read more