Salumi e carne con lattosio e glutine, ecco perché

Qualche consiglio di spesa per chi è celiaco o intollerante

Salumi senza lattosio

Salumi senza lattosio

Senza glutine e senza lattosio: due diciture che possono sembrare semplicemente di facciata nel caso di carne e salumi. Per alcuni prodotti, va specificato, lo è. Con le normative introdotte anche a livello europeo negli ultimi anni nel settore alimentare, su molte etichette viene specificato che il prodotto è senza glutine o senza lattosio anche se non ce n’è bisogno. Eppure probabilmente è meglio così, perché così vengono tutelati tanto il produttore quanto il consumatore.

Invece per carne e salumi ce n’è bisogno eccome. Nella carne e nei salumi ci sono glutine o lattosio? Dal punto di vista naturale, no. La carne e i salumi non “nascono” già con questi due elementi. Glutine o lattosio vengono aggiunti da chi li rende un prodotto finito e pronto per essere immesso sul mercato. Non tutti i prodotti hanno questi additivi, sia chiaro.

Perché però vengono aggiunti lattosio e glutine? Il primo viene utilizzato per addolcire i prodotti o per aggiungere un gusto in più e renderlo anche più pastoso in alcuni casi. Proprio per questo, di conseguenza, viene aggiunto anche il glutine: consente di lavorare meglio il latte e impastarlo con carne o salume. Niente di illegale, sia chiaro. Negli ultimi anni, viste le norme che tutelano maggiormente i consumatori celiaci o intolleranti a glutine o a lattosio, molte aziende si sono convertite alla produzione di carne e salumi senza lattosio o glutine.

Il consiglio principale è quindi quello di controllare bene cosa si trova al banco frigo dei supermercati, perché effettivamente all’interno di prodotti come carne e salumi di vario genere potrebbero esserci glutine, lattosio o proteine del latte. Le etichette sono sicure? Teoricamente sì, la verità è chi come noi soffre di allergie o intolleranze alimentari è costretto a fare quotidianamente una professione di fede nei confronti dei produttori alimentari e quindi affidarsi del tutto a loro. Fondamentale è controllare sempre le etichette e la lista degli ingredienti: la trasparenza è al servizio degli utenti, i quali non solo la devono pretendere ma la devono utilizzare e tenere in debita considerazione.

Siete alla ricerca di consigli per chi ha intolleranze o allergie alimentari? Avete segnalazioni da fare? Scriveteci a siparteconerika@gmail.com

Cristiana Mariani

Read more

Merenda e colazione: i biscotti senza glutine

Qualche consiglio per uno spuntino gluten e lactose free

Uno spuntino, una merenda, anche la colazione: a tanti celiaci o intolleranti a latte e glutine piacerebbe avere a disposizione dei biscotti appetitosi e il più possibile simili a quelli “normali”. Sino a qualche anno fa, i “diversamente alimentati” erano quasi obbligati a realizzare biscotti e torte in casa. Il motivo non era soltanto il gusto, ma anche gli ingredienti: era difficile trovare prodotti corrispondenti alle esigenze di tutti e che fossero anche buoni.

Oggi il mercato del gluten e del lactose free è in deciso sviluppo e così fortunatamente a giovarne sono anche i consumatori. Che hanno a portata di mano – questi prodotti sono spesso sugli scaffali di quasi tutti i supermercati e i negozi alimentari specializzati – biscotti di qualità e gusto. Basti pensare alla linea “Tandem” della Cereal. Si tratta di biscotti in stile “Oreo”, ma decisamente meno dolci. Proprio questo marchio propone spesso prodotti ottimi per intolleranti al glutine e diversi anche per chi è intollerante al latte.

La firma principale sul mercato è, come di consueto, Schar. La multinazionale è ormai garanzia di qualità, a cui affidarsi ciecamente. E infatti biscotti quali i “Cioccolini” sono ottimi tanto per una merenda quanto per cominciare al meglio la giornata con una sostanziosa colazione. Cereal e Schar sono marchi specializzati nella nicchia di mercato del gluteen free, ma in commercio si trovano anche tanti altri prodotti eccellenti.

Come i wafer a marchio Galbusera, una vera scoperta che ha un gusto del tutto simile ai biscotti “normali”. Molto buone sono anche le barrette al sesamo o ai frutti rossi che portano la firma di numerose marche. Si tratta di modi comunque gustosi per spezzare l’appetito durante magari una giornata di lavoro o dopo aver fatto sport.

Avete altri prodotti da suggerire o avete richieste di indicazioni particolari per chi è celiaco o soffre di intolleranze alimentari? Scriveteci a siparteconerika@gmail.com
Cristiana Mariani

Read more