Mosca: la city

MoscaNon solo storia, Mosca ha anche una zona moderna.
Come accade in quasi tutte le grandi città anche a Mosca esiste la city.

Alcuni edifici, grattacieli che danno un tocco di modernità a tutto il passato che si può visitare in centro.

La zona commerciale, direzionale, si trova sulla sponda sinistra della Moscova e rappresenta il più ricco e imponente progetto architettonico e urbanistico della nuova Russia.
Il sabato, giorno in cui sono andata io, questa zona della città sembra finta. Gli uffici sono chiusi e la gente gira solo nel vicino centro commerciale, la tipica agorà dove ci si dedica allo shopping tra un negozio e l’altro, accanto alla zona dei fast food e dei ristoranti di tutte le tipologie.

MoscaUna zona da vedere, anche solo per capire che Mosca è una metropoli dalle mille facce, capace di stupire in ogni angolo. Un città dove si trova di tutto, dove ci si orienta facilmente, dove il bello è un po’ ovunque e dove si sente quell’energia di rinascita e sguardo al futuro che fa stare bene.

Tra i grattacieli della city, sei dei dieci edifici più alti d’Europa sono presenti a Mosca, ce ne sono alcuni in particolari dove, salendo in alto, si possono ammirare viste meravigliose.

MoscaIo sono salita sull’Imperial Tower che ospita il museo de Moscow city, al 56 esimo piano, con una piattaforma di osservazione. Il tutto a 215 metri.

Il bello è che all’ultimo piano della torre, davanti alla bellezza di un’immensa città, si può conoscere la storia della costruzione dei grattacieli e la storia della capitale moscovita.

Read more

Destinazione San Pietroburgo

262/365: San Pietroburgo

Città piena di cultura. Elegante, ampia, d’inverno austera e fredda, d’estate luminosa. San Pietroburgo fu fondata dallo zar Pietro il Grande sul delta della Neva, fiume che attraversa la città e che d’inverno si ghiaccia completamente. Per molto tempo fu la capitare dell’Impero e per volere dello Zar Nicola II nel 1914 fu chiamata Pietrogado. Poi quando nel 1924 morì Lenin diventò Leningrado e poi San Pietroburgo. D’inverno sempre senza sole è un luogo difficile da vivere: anche per questo motivo qui hanno trovato casa importanti scrittori e studiosi. D’estate, le famose notti bianche di San Pietroburgo lo testimoniano, la città si apre alla vita con eventi e serate lunghissime dove il sole non tramonta mai. Visitata da moltissimi turisti per le sue bellezze, tra cui l’Hermitage, uno dei musei più importanti al mondo che custodisce delle opere d’arte di immenso valore.

Dove: San Pietroburgo è una delle città da non perdere in Russia. La seconda per dimensione e popolazione e il porto più importante del paese. Per la sua grandezza si può considerare la metropoli più a nord del mondo.

Numero di abitanti: San Pietroburgo conta circa 5 milioni di abitanti, fu a lungo la capitale dell’Impero russo e oggi è considerata la capitale culturale della Russia.

Da vedere in quanti giorni: cinque, sei giorni. Dipende dalle possibilità che avete e dal tempo che potete concedervi. Almeno 5 giorni servono per apprezzarla e imparare a conoscerla. Calcolate che per vedere bene l’Hermitage servono cinque anni, quindi potete dedicare anche più di una settimana alla città.

Da fare assolutamente: vedere il complesso dell’Hermitage, passeggiare sulla prospettiva Nevskij, fare un giro in barca sulla Neva. Vedere la cattedrale dei Ss. Pietro e Paolo dove ci sono le 33 tombe dei Romanov. Visitare la casa di Dostoevdkij.

Qualche consiglio: visitate San Pietroburgo in estate, tra giugno e luglio così potrete vivere le famosi notti bianche.

Da assaggiare: anche a San Pietroburgo come a Mosca la cucina tipica è la stessa che si trova in generale in Russia. Zuppe, alcune anche da mangiare fredde, piatti di carne e di pesce e come da tradizione il caviale e la vodka.

Read more