Fra tartufi e nocciole, il nostro viaggio in Piemonte

236/365: Alba

Mare, ma non solo. L’estate è la stagione giusta per concedersi un po’ di relax e prendersi qualche giorno per conoscere le regioni d’Italia. Il Piemonte, ad esempio, offre proposte culturali, turistiche, enogastronomiche e naturali di grandissimo pregio. Perché allora non utilizzare qualche giorno per immergersi un po’ in questa regione. Alba è una delle città che rappresentano maggiormente lo spirito piemontese.

Dove: in Piemonte, in provincia di Cuneo.

Numero di abitanti: circa 31.500 abitanti.

Da vedere in quanti giorni: per godere appieno di tutte le proposte che offre Alba, è consigliabile prendersi almeno tre giorni di tempo.

Da fare assolutamente: Alba è nota nel mondo per due prodotti tipici ovvero il tartufo e le nocciole. Queste ultime vengono utilizzate per realizzare una delle creme dolci più famose del mondo, quindi questi due prodotti sono sicuramente da provare così come sono da visitare i luoghi nei quali crescono. La città fa parte del comprensorio delle Langhe, storica regione che è inserita fra un patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Il panorama mozzafiato, quindi, è da godere a piena vista.

Qualche consiglio: le opere d’arte da queste parti non mancano. Perché non prendersi qualche ora per visitare la cattedrale di San Lorenzo, la chiesa della Maddalena, il palazzo comunale e la Torri? Non fatevi sfuggire neanche un giro nell’Alba sotterranea, magari in compagnia di un archeologo professionista che vi possa spiegare le peculiarità di questa parte spettacolare della città.

Da assaggiare: nocciole e tartufo bianco, senza dubbio. A ottobre ad Alba viene organizzata ogni anno appositamente la Fiera del tartufo, un esempio da non perdere. Poi tutti i piatti tipici della tradizione piemontese. Si va dagli antipasti di carne cruda alla bagna cauda, passando per i risotti, i tagliolini al burro fuso. Tutto accompagnato, essendo questa città nelle Langhe, da una proposta vinicola di qualità.

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *