207/365: Giardino delle Farfalle (Cessapalombo)

Più che un semplice luogo da visitare, il Giardino delle Farfalle di Cessapalombo, in provincia di Macerata, nelle Marche, è un posto da vivere, conoscere, assaporare, scoprire piano piano. E’ una filosofia di vita da provare, capire e diffondere. Rinato dopo il sisma che ha danneggiato gravemente la struttura dove è cominciato tutto, il giardino, pieno di farfalle che volano libere da giugno a settembre, è il posto giusto dove passare qualche ora nella natura. Coi bambini, in solitaria, in coppia o con gli amici. Un posto dove passeggiare tra le piante, molte officinali, che attirano questi coloratissimi insetti. Un regno dove non mancano profumi, sapori ed emozioni da condividere con chi ha piacere di scoprire e di sostenere il lavoro dei titolari, Patrizio Guglini e Fabiana Tassoni che, grazie ad un forte amore e attaccamento per il territorio, hanno deciso con costanza e tenacia di continuare a far sognare bambini e grandi tra le farfalle.

Dove: nella frazione di Montalto a poca distanza dal Comune marchigiano di Cessapalombo, in provincia di Macerata.

Numero di abitanti: il piccolo borgo di Cessapalombo conta circa 500 abitanti.

Da vedere in quanti giorni: il giardino si visita in qualche ora, la visita è guidata e comprende anche il museo emozionale al costo di 5 euro a persona.

Da fare assolutamente: vivere la natura del giardino, fare la visita guidata, passare al ristorante dove si può degustare una buonissima pizza, oltre ai prodotti del territorio. Leggere uno dei libri ambientati proprio in questo magico giardino, in vendita nel bookshop.

Qualche consiglio: questo luogo è adatto a grandi e a piccoli, portateci i bambini e seguite gli eventi educativi organizzati durante l’apertura del giardino.

Da assaggiare: sicuramente la pizza, preparata con grande maestria e studio, utilizzando ingredienti di qualità e poi da non perdere una degustazione di salumi e prodotti locali. Da assaggiare la birra delle farfalle, prodotta da un birrificio della zona.

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *