Una delle perle del Salento, nata su una città messapica

235/365: Ugento

Divertimento, paesaggi mozzafiato, mare che tutto il mondo gli invidia e sapori che attirano visitatori da tutta Italia e dall’estero: il Salento è l’esempio evidente di come la fusione fra storia, tradizioni, natura, cultura, gastronomia possano rappresentare un mix suggestivo e vincente. E l’estate è la stagione durante la quale la parte più a sud della Puglia – ma i suoi abitanti tengono molto a definirsi salentini e non pugliesi – si fa conoscere maggiormente al mondo. Ad essere protagonisti sono in particolare i piccoli paesi, uno dei quali è Ugento.

Dove: nella parte più a sud della Puglia, ovvero in Salento.
Numero di abitanti: circa 12.400 abitanti.

Da vedere in quanti giorni: le frazioni di Ugento, soprattutto Torre San Giovanni, una parte di Lido Marini e Torre Mozza, meritano almeno mezza giornata l’una. Meglio prendersi, quindi, almeno quattro giorni per rilassarsi a dovere.

Da fare assolutamente: in Salento è necessario prendersela con estrema calma e abbandonare i ritmi che si osservano solitamente in città. Necessario, quindi, abbandonarsi al relax e alla natura, che da queste parti è meravigliosa. Non ci si può quindi esimere dal vedere tutte le spiagge di Ugento e dei suoi dintorni.

Qualche consiglio: Ugento sorge sull’antica Ozan, che era una importante città messapica. Il consiglio è quindi quello anche di andare alla ricerca delle numerose testimonianze storiche che tutto questo territorio nasconde in angoli che a volte possono risultare vere scoperte.

Da assaggiare: quelli salentini sono piatti unici in Italia e quindi quando ci si trova da queste parti non si può non fare incetta di assaggi. Dai pasticciotti agli scagliozzi, passando per i ricci di mare e il pesce in generale: sono tanti i sapori che si possono trovare sulle tavole di Ugento e di tutta la zona. Una zona ricca di tradizione anche dal punto di vista della buona tavola e del bere bene.

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *