Un posto al giorno continua e a febbraio vi abbiamo portato qui...

Ventotto giorni per viaggiare e scoprire ventotto destinazioni da vedere.
Consigli di luoghi che, dopo averli conosciuti dal vivo, possiamo definire posti che valgono una visita.
Dalla Puglia alla Lombardia, passando per la Sicilia, l’Umbria, la Toscana e molte altre regioni d’Italia e raggiungere anche qualche meta fuori dalla nostra Penisola.

Ecco i nostri consigli di febbraio:

1. Rodi Garganico – Puglia

In molti ci passano per partire verso le Isole Tremiti, in tanti scelgono questa zona per il mare pulito e per i caratteristici borghi, altri fanno tappa qui per visitare il parco nazionale del Gargano. Rodi Garganico è un rinomato centro turistico, tra più facili da raggiungere per chi arriva in Puglia partendo dal nord e dal centro Italia.

2. Bellaria – Emilia Romagna

Un tempo era un borgo marinaro, oggi è una rinomata destinazione turistica dove in molti passano i mesi estivi. Già destinazione balneare agli inizi del ‘900, Bellaria Igea Marina è rimasta una città a misura d’uomo, dove è piacevole passare qualche giorno di vacanza. Gli hotel, i b&b, le strutture che affittano appartamenti sono moltissimi: qui c’è l’imbarazzo della scelta e si può trovare un alloggio per ogni esigenza. In posizione strategia, al centro della Riviera Adriatica, può essere la base per visitare altri luoghi, da Rimini a Ravenna, fino a raggiungere anche Urbino e le Marche.

3. Gubbio – Umbria

Conosciuta come la più bella città medievale d’Europa, ma anche come quella “dei matti” – facendo tre giri di corsa intorno alla fontana del Bergello, nel centro storico, si può prendere la patente da matto – delle ceramiche e dei Ceri (la festa c’è ogni anno il 15 maggio), Gubbio ha mille facce. Meta ideale per un weekend un po’ durante tutto l’anno, sotto Natale con l’accensione dell’albero più grande del mondo, e i numerosi eventi organizzati in centro, ha un fascino particolare, nelle altre stagioni, soprattutto nei mesi caldi è bella per fare una passeggiata nella storia.

4. Sperlonga – Lazio

Un piccolo borgo di case bianche, arroccato su una lingua di terra tra Terracina e Gaeta, caratteristico per il centro storico e per la bellezza dei paesaggi sul mare. Sperlonga, nel Lazio, in provincia di Latina è un paese che va visto. Set cinematografico dagli anni ’50, luogo di grande interesse naturale dove anche l’imperatore Tiberio costruì la sua casa, tra i luoghi da vedere.

elcito5. Elcito – Marche

Lo chiamano il Tibet delle Marche (leggi l’articolo) è un borgo isolato in provincia di Macerata. Sorge sulle pendici del Monte San Vicino ed è quasi completamente disabitato. E’ questo il bello di questo gruppo di case: il fatto che è rimasto intatto nel tempo e passeggiando in paese si può godere di una tranquillità assoluta.

6. Fiumalbo – Emilia Romagna

Inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, il centro di Fiumalbo, piccolo paese in Emilia Romagna, proprio sul confine con la Toscana, è caratteristico per la sua fitta rete di stradine e vicoli che fanno del centro storico una bomboniera. Il borgo, inserito nell’area naturale protetta del Parco del Frignano è l’ideale per chi vuole passare qualche giorno a contatto con la natura.

7. Sanremo – Liguria

Sanremo, capitale della riviera dei fiori, città dalle mille facce: da un parte la zona più antica nota come la Pigna e caratteristica per le case arroccate, le stradine ripide, i vicoli e le piazze, dall’altra la destinazione turistica moderna di fama mondiale. Durante il Festival poi Sanremo assume ancora un altro aspetto, diventa un mondo a parte.

8. Venezia – Veneto

Una città unica nel suo genere, Venezia (leggi l’articolo qui anche due consigli sul dove mangiare) è tra le destinazioni più visitate al mondo anche da tanti turisti stranieri. Il centro della città, caratteristico per le sue piccole isole, collegate da ponti, è il primo luogo da scoprire. Perdersi a piedi nelle stradine di Venezia è il modo migliore per conoscerla davvero.

9. Pescara – Abruzzo

Trabocchi, arrosticini, mare, storia, arte: queste sono alcune delle caratteristiche di una città che rappresenta l’intero Abruzzo. Pescara è spesso meta di tanti turisti – molti provengono anche dall’estero,  durante la stagione estiva, ma non sempre viene considerata durante il resto dell’anno. Eppure è una città che sa coniugare eleganza, divertimento e modernità.

ponte10. Sasso di Castalda – Basilicata

Un piccolo paese di montagna a quasi mille metri d’altezza. Un centro storico caratteristico nel cuore della Basilicata divenuto meta di molti turisti che raggiungono questa destinazione un po’ da ovunque. La natura, la bellezza del territorio attraggono i tanti visitatori, ma non è solo questo il motivo per cui in molti organizzano un viaggio in questo paese lucano.

11. Alberobello – Puglia

Dormire in un trullo? Credetemi, è una delle esperienze che cambiano la prospettiva di un viaggio. Ed è anche una di quelle esperienze che chi passa per Alberobello sogna di fare. “A come Alberobello”: chi non ha mai usato questa espressione durante un gioco o uno scherzo? Questo paese della Puglia è una gemma, una perla incastonata in una regione che di meraviglie ne possiede davvero tante.

12. Stonehenge – Regno Unito

Chi ha portate lì quelle pietre? Che significato hanno? Com’è nato questo sito neolitico tra i più visitati dell’Inghilterra?
Domande, quesiti che la maggior parte della gente si pone davanti alla meraviglia di Stonehenge. Raggiungere questo luogo è semplice basta prendere un autobus o un treno da Londra fino a Salisbury. Stonehenge, infatti, si trova nello Wiltshire a circa 13 chilometri da questa cittadina inglese che vale una visita soprattutto per la cattedrale che è maestosa. Da Salisbury un autobus vi condurrà davanti al più celebre e imponente cromlech esistente, ovvero un circolo di pietra composto da megaliti disposti in cerchio, alcuni sormontati da pietre posizionate orizzontalmente.

13. Termoli – Molise

Termoli (leggi l’articolo) per molti e solo una città di passaggio, in realtà questa località balneare in Molise offre tanto. Oltre al mare, alle spiagge ampie e di sabbia fine, al mare limpido e alla zona moderna con stabilimenti balneari, negozi e ristoranti, offre anche un centro storico da visitare. Lo stupore, infatti, si ha passeggiando nel vecchio borgo di pescatori caratterizzato da stradine, piazze e belle viste sulla costa.

14. Lucca – Toscana

Il centro storico è racchiuso dalle mura antiche, interamente percorribili, le vie cittadine, piene di negozi e di turisti, si scoprono facilmente a piedi, tra un monumento, una piazza e una chiesa da non perdere. A pochi chilometri a nordest da Pisa, la città di Lucca sorge vicino a fiume Serchio. Magica da vivere durante i tanti eventi organizzati, primo tra tutti il famoso Lucca Comics.

15. Lago Maggiore – Piemonte

Romantico, malinconico, ma sicuramente mozzafiato: il lago rappresenta sempre un luogo molto suggestivo nel quale trascorrere qualche giorno. Soprattutto con la bella stagione. Stresa, Arona, le isole borromee: il lago Maggiore è ricco di luoghi che non possono far altro che suscitare emozioni indelebili. Proprio per questo, merita sicuramente almeno una visita.

gorizia 3 marcopolo

16. Gorizia – Friuli Venezia Giulia

E’ l’atmosfera tipica di una città di confine che si respira a Gorizia (leggi l’articolo) quello che colpisce di più in questa città del Friuli Venezia Giulia. Basta andare in piazza Transalpina per capire quanto sia importante questo aspetto che caratterizza la città. Fino al 2004, infatti, l’area era divisa da un muro e oggi con un solo passo si può varcare il confine tra l’Italia e la Slovenia e mettere simbolicamente un piede da una parte e l’altro dall’altra. L’incrocio di civiltà, lingue e tradizioni rendono Gorizia un luogo particolare e mitteleuropeo.

17. Torino – Piemonte

Mole antonelliana, museo egizio, le piazze: chi non conosce almeno un simbolo di Torino. Una città dalla mentalità fredda, austera e tipicamente “nordica”, credono in molti. In realtà Torino è una città che riserva sorprese ad ogni visita. Come Milano, Roma, Firenze o Napoli, non si finisce mai di conoscerla.

18. Città Sant’Angelo – Abruzzo

Cittaslow, all’interno dei Borghi più belli d’Italia, indicata dalla rivista Forbes come una delle dieci località nelle quali andare a vivere: come non concentrare la nostra attenzione su Città Sant’Angelo? Siamo in Abruzzo, patria del buon cibo e dei panorami mozzafiato.

19. Costigliole d’Asti – Piemonte

Un piccolo borgo nell’astigiano, particolare per la sua parte più antica e caratteristico per la sua posizione, su una costa, Costigliole d’Asti (leggi dove dormirestoricamente è stato un centro importante. Dopo una passeggiata nella zona storica del paese da non perdere una visita al castello che ancora oggi mantiene i suoi fiabeschi torrioni e domina il paese. Della famiglia Asinari nel 1341,questo centro in provincia di Asti è passato per molti anni da una famiglia all’altra.

Arbatax20. Arbatax – Sardegna

In Ogliastra, sulla costa centro-orientale della SardegnaArbatax è la piccola frazione marina del Comune di Tortolì. Un angolo di natura e tranquillità dove organizzare una bella vacanza al mare in estate o dove trascorrere qualche giorno anche durante tutto l’anno. Il clima è mite, la vegetazione è rigogliosa e i panorami sul mare rimangono in mente per la loro bellezza.

21. Fano – Marche

Una località balneare rinomata, famosa meta turistica nella zona nord delle MarcheFano si trova in posizione strategica per chi vuole organizzare una vacanza al mare, ma anche per chi vuole visitare importanti centri come Urbino, San Marino, o piccoli borghi nell’entroterra.

22. Nesso – Lombardia

“Orrido” solitamente è un aggettivo, peraltro neppure lusinghiero. In provincia di Como, invece, l’orrido di Nesso è molto noto ed è un luogo che chi si trova a passare da quelle parti non può non andare a vedere. Nesso è un borgo tra Como e Bellagio ed è una vera perla incastonata fra queste due località che solitamente sono di maggiore richiamo per i turisti.

23. Barga – Toscana

Un piccolo borgo della Garfagnana, la zona a nord della Toscana, tra i più belli d’Italia conosciuto anche come città slow. Barga, in provincia di Lucca, è un luogo particolare per i paesaggi che negli anni hanno attirato e affascinato tanti scozzesi che si sono trasferiti in questo angolo d’Italia, ma anche per le bellezze architettoniche, per i monumenti e per i prodotti da assaggiare.

24. Loro Piceno – Marche

Loro Piceno è un piccolo borgo in provincia di Macerata, nelle Marche. Particolare per il suo centro storico che nonostante il passare del tempo e il terremoto che ha colpito il centro Italia, è rimasto praticamente intatto. Situato sulla sommità di una collina in una zona bella soprattutto dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, il borgo è il luogo ideale per organizzare una vacanza tranquilla e rigenerante. Patria del vino cotto, una tradizione antica che ancora oggi si ritrova nelle vecchie abitazioni, nei palazzi nobiliari e padronali dove si possono ammirare le vasche utilizzate per pigiare l’uva e le caldaie di rame dove si faceva bollire il mosto.

25. Morigerati – Campania

Morigerati è un piccolo paese in provincia di Salerno, il primo a dare la possibilità ai visitatori di dormire in un albergo diffuso nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Un modo originale per vivere una vacanza autentica dormendo in una delle case del borgo o nella frazione vicina di Sicilì in un progetto ampio che rende questi luoghi un “Paese Ambiente”. Il borgo, situato in una zona di grande interesse naturalistico, è il posto giusto dove organizzare una vacanza a contatto con la natura, ma nello stesso tempo a pochi chilometri dal mare e dal Golfo di Policastro.

26. Varese – Lombardia

La Lombardia. L’operosa Lombardia. Ma anche la Lombardia ricca di storia, arte, natura e luoghi caratteristici da visitare e da vivere. Varese è uno di questi. Città dalle grandi tradizioni culturali e politiche, Varese rappresenta un mondo completamente diverso rispetto alla pur vicina Milano.

27. Siracusa – Sicilia

Città sulla costa ionica della Sicilia con la particolarità assolutamente da vedere dell’isola di Ortigia che si allunga verso il mare. Realtà dalla storia millenaria, lo ricorda già il nome che porta alla mente il passato greco. Siracusa, tra le più vaste metropoli dell’età classica, nello stesso tempo poi fa tornare alla memoria anche i periodi del Medioevo e Barocco che si rivive visitando le stradine della isola di Ortigia.

28. Bergamo – Lombardia

Bergamo è il quarto cento per popolazione nella Regione Lombardia, dopo Milano, Brescia e Monza. Caratteristica per essere divisa in due parti, le così dette Bergamo alta e bassa, la città è ricca di monumenti da vedere. Piacevole per una giornata o serata diversa, la parte alta é un gioiellino ricco di posti da vedere. Le due parti sono divise dalle mura che da qualche anno sono state dichiarate patrimonio Unesco. Una funicolare collega la città bassa da quella alta e arriva fino al Colle di San Vigilio.

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *