Questa volta io sono seduta davanti al computer per raccontarvi qualcosa che non ho mai visto. Ma non lo faccio tanto per fare, lo faccio perchè le mie due migliori amiche sono appena atterrate a Dubai e in sette giorni di vacanza mi racconteranno per filo e per segno tutto quello che c’è da sapere su questo posto meraviglioso. Questa volta non ho potuto fare le valigie ed essere dall’altra parte del mondo con le mie sorelle acquisite Ema e Cri, ma loro sanno che, in fondo in fondo, questo viaggio lo sto facendo anche io. Preparatevi perchè siamo solo all’inizio di questo diario.

dubaiMeraviglia. Questa è l’unica parola che ti viene in mente quando arrivi a Dubai. Meraviglia perché anche se te l’hanno descritta mille volte non ci puoi davvero credere. Già arrivando in aeroporto si capisce che questa è la terra delle grandi contraddizioni. Ci sono le donne col velo – ne vediamo anche una con il burqa -, ma fuori dall’aeroporto ci sono anche dei taxi rosa a disposizione delle donne. Sì perché le tassiste sono donne e guidano solo per le donne. Iniziamo a capire perché Dubai è considerata fra le città più sicure del mondo. Così andiamo in taxi fino all’albergo. A proposito, a Dubai scordatevi stamberghe o alberghi da due o tre stelle: praticamente non esistono. I prezzi non sono bassi, ma il cambio è favorevole all’euro e quindi i costi non sono così eccessivi come ci si potrebbe aspettare. Arrivate in albergo, decidiamo di cenare in uno dei cinque ristoranti dell’Hilton – quello sulla spiaggia dove trasmettono le partite degli Europei di calcio, qui praticamente in ogni ristorante c’è uno schermo con le partite – e poi andiamo a farci un giro per capire dove siamo. Se me lo chiedete, però, non so proprio precisamente ancora dove siamo. Ve lo dicevo prima: la meraviglia è quello che per ora ho capito di Dubai.

GUARDA LE PRIME FOTO DI DUBAI 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *