All’interno dell’enorme area di Expo si sta ancora lavorando per smontare e cambiare tutto, ma l’iniziativa organizzata per animare la zona non convince

expoSi scrive Experience, si legge “modo per non far rimanere l’area destinata ad Expo 2015 una cattedrale nel deserto”. Tante iniziative, poche però le persone disposte a compiere un lungo percorso sotto il sole per assistervi. Nell’area di Rho Fiera, a due passi da Milano, dove un anno fa si sono riversate milioni di persone oggi c’è un’atmosfera di smobilitazione. Tante le ipotesi attorno al futuro di quell’area immensa, quel che è certo è che entrarci provoca un po’ di malinconia. Malinconia per le tante parole sprecate – quante volte si è sentito dire da qualsiasi politico di qualsiasi regione “Expo è un’occasione da non perdere”, “Expo è un treno impossibile da non prendere al volo” -, per le tante opere fatte e, come spesso accade in Italia, abbandonate a se stesse. Eppure si sapeva che Expo 2015 sarebbe finito. Era nell’ordine naturale delle cose. E allora perché non pensare subito al dopo? Perché aspettare troppo tempo per essere ancora una volta in ritardo.expo Le iniziative, come il Drone Park, realizzate all’interno dell’area Expo nell’ambito del progetto Experience sono davvero molte e anche di interesse. Interesse non soltanto milanese, ma nazionale. Si potrebbe sfruttare meglio lo spazio e dare seguito ai concetti che sono stati tanto sbandierati durante l’esposizione universale milanese, per realizzare qualcosa di concreto sul mondo del cibo, del chilometro zero, della filiera corta, dello studio di nuove tecniche agricole, ad esempio. Oppure si potrebbe cambiare del tutto orizzonte e lanciarsi in nuove iniziative. L’importante però è che non si resti fermi, perché altrimenti sarà una nuova, ennesima, occasione persa. E voi cosa ne pensate? Cosa creereste all’interno della ormai ex area Expo?

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *