Il film è del 2018. Regia di Mike Newell. Genere: drammatico e sentimentale. Durata 124 minuti.

guernseyGuernsey, una delle isole del canale che non vedo l’ora di visitare, e la passione per i libri. Se uno più uno fa due “Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey” non poteva che essere un film da vedere. Come al solito a me bastano le prime due scene per capire se un film può fare al caso mio oppure no. In questa pellicola poi l’ambientazione dà un gran valore aggiunto.

Tutto comincia da una lettera ricevuta dalla giornalista Juliet Ashton, divenuta una scrittrice famosa nel dopoguerra. Il messaggio arriva da un allevatore, Dawsey Adams, che vive proprio sull’isola di Guernsey e che dice di aver tra le mani un libro scritto da lei di cui vuole alcune informazioni in merito. Un libro. Un oggetto che arrivato nelle mani di un isolano da Londra assume un significato importante. Un testo che racconta un mondo e che diventa un filo conduttore, un legame. Una storia che dà inizio ad un fitto rapporto epistolare tra Juliet, alle prese con la sua vita frenetica di scrittrice in voga in una Londra altrettanto caotica e veloce, e Dawsey, un allevatore tranquillo che conduce una vita semplice in un isola, quella di Guernsey nel canale della Manica dove il mare bagna una terra selvaggia, poco popolata e naturale. Lettere che, una dopo l’altra, spingono la scrittrice a volare sull’isola per conoscere chi nel club del libro e della torta di bucce di patata s’incontra a cadenza regolare per leggere. Un gruppo di persone profondamente diverse che trovano nella lettura qualcosa che li accomuna. Un club fondato quasi per caso come atto di resistenza all’occupazione nazista. 

Jersey Isole del Canale

Jersey

Nel film, drammatico e sentimentale, che tiene attaccati allo schermo non solo emergono i mondi dei libri che vengono letti durante gli incontri, ma nella ricerca di una delle figure più importanti della storia, Elisabeth McKenna, la fondatrice del gruppo, si vede bene anche l’isola di Guernsey. Uno di quei posti che per molti passano inosservati, un puntino che si aggiunge alle altre isole nel canale della Manica (leggi “Alle Channel Island, isole paradiso nel canale della Manica”). Quelle abitate sono Jersey (leggi “Jersey, un angolo di paradiso“, Guernsey, Alderney, Sark , Herm (in queste ultime due non posso circolare veicoli a motore), Jethou (è privata), Brecqhou a cui si aggiunge una piccolissima isola a sud di Jersey che appartiene alla Francia e si chiama Chausey. Luoghi che, posso dirlo dopo averli visitati in parte, per me sono veramente unici. Una scoperta continua un po’ come questo film che oltre a puntare l’attenzione sull’importante dei libri e della lettura in generale, è una piacevole sorpresa perché fa viaggiare.

Il film è tratto da un libro.

 

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *