Un viaggio per Londra per rivedere il figlio 

Una sorpresa. Un viaggio per passare qualche ora in compagnia del figlio. Così la Signora C ha prenotato un volo per Londra e ha raggiunto l’Inghilterra dove il suo “bambino” è partito a settembre per costruirsi un futuro. Pensate che bello avere una madre che è felice sapendo suo figlio felice e che prende qualche giorno di vacanza per trascorrere un pomeriggio con lui, fare due chiacchiere, vedere dove ha trovato impiego e conoscere i suoi colleghi e amici. “So che lavora in un ristorante in centro, stasera ho prenotato un tavolo lì”.

Troppo forte la Signora C è organizzatissima, ha la mappa di dove si trova il ristorante, di dove abita, ha calcolato le distanze e tutti i tempi di percorrenza.

postcard3«E’ questo il treno per Liverpool street?» mi chiede prima di salire. C’è ancora mezz’ora, un’altra attesa. Trenta minuti circa per continuare a raccontarsi. Ed è proprio sul treno che dall’aeroporto di Stansted raggiunge il centro di Londra che ho scoperto quanto è ed è stata bella la vita della Signora C. Piena, colorata, imprevedibile, complicata.

«L’unica cosa che non mi piace qui è il clima, sono abituata al sole della Grecia». Parole che, in una giornata piovosa e piuttosto fredda, hanno portato calore e soprattuto colore. Mentre il treno attraversa le campagne in periferia di Londra e la Signora C ammira le case inglesi con la contentezza e la curiosità di una bambina, ho pensato a quanto debba essere stato bello passare sei mesi all’anno su un’isoletta lontano da tutto, avere un’ancora di salvataggio, un posto dove rifugiarsi e dove insegnare al figlio che la vita ognuno se la costruisce come crede e che a volte, come penso sia accaduto alla Signora C, facendo scelte azzardate ma azzeccate, può diventare meglio di come era stato previsto….

Leggi Londra e la Signora C

Da Londra puoi raggiungere le Channel Island.
Le hai mai viste? Clicca qui per scoprire di più. Guarda la gallery fotografica.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *