Dal Palio di Legnano fino al parco e alle piazze: tante eccellenze

Insieme alla ben più estesa, storica e popolosa Roma, è l’unica città inserita nell’inno di Mameli. Eppure sono pochi gli italiani che hanno messo piede anche solo una volta a Legnano. Un po’ perché in fondo quello dell’Altomilanese è un territorio conosciuto da pochi e un po’ perché proprio questa zona non fa molto per far conoscere nel resto d’Italia le proprie eccellenze.

E Legnano, città di circa 60.000 abitanti in provincia di Milano che della rivalità con la vicina Busto Arsizio ha fatto un marchio di fabbrica ormai storico, di eccellenze ne ha.

Legnano (foto Roberto Garavaglia)

Legnano (foto Roberto Garavaglia)

Cosa vedere a Legnano? Sicuramente piazza San Magno, salotto buono della città incastonata nel centro storico e in mezzo alla vie dello shopping. Palazzo Maliverni, ovvero il municipio, che è proprio in piazza San Magno – il patrono di Legnano si festeggia il 5 novembre -, contiene numerosi esempi d’arte di varie epoche. A proposito di storia, imperdibile il Palio di Legnano: ogni anno l’ultima domenica di maggio si rievoca la Battaglia di Legnano che nel 1176 vide le truppe della Lega lombarda – nulla a che vedere con partiti politici dal Novecento in poi – vincere contro l’esercito di Federico Il Barbarossa e di fatto liberare il nord Italia. La sfilata in costumi medievali con più figuranti d’Europa e una corsa di cavalli che rende quello legnanese il secondo Palio d’Italia dopo quello di Siena: l’ultima domenica di maggio si celebra una emozionante e partecipata giornata.

Il Parco Castello, poi il Museo Sutermeister e piazza Monumento – in cui campeggia il monumento di Alberto da Giussano, il guerriero leggendario che avrebbe guidato le truppe durante la Battaglia di Legnano -: sono tanti i luoghi da vedere a Legnano.

E una sosta per pranzo dove si può fare? Senza dubbio alla trattoria Il Santuario di corso Magenta, dove si può gustare cucina tipica di alta qualità, al ristorante l’Altra Botte di via Venegoni o al Corner Pizza e Coffee di corso Magenta. In quest’ultimo locale si possono gustare piatti di ogni genere – anche pizze sia tradizionali sia senza glutine – e fare anche merenda, visto che la titolare realizza personalmente torte per tutti e dolci anche senza glutine, senza lattosio e senza lievito per chi ha intolleranze alimentari.

siparteconerika@gmail.com

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *