Continuano i consigli di Si Parte con Erika per viaggiare, mangiare, scoprire, visitare... coi bambini. A volte imprese ardue che con qualche accorgimento possono diventare più facili da affrontare

Dall’auto al ristorante. Portare i bambini in viaggio vuol dire anche questo, trovare il modo di superare indenni la pausa pranzo o cena. Sedersi al ristorante, magari affollato e spesso non proprio a misura di bambino, in compagnia dei più piccoli si sa non è esattamente una passeggiata, ma con qualche accorgimento e qualche regola da seguire si può provare anche a godersi una serata in famiglia o con gli amici. Ecco qualche consiglio, tutte esperienze provate e riprovate che aiutano anche le coppie che hanno messo al mondo bimbi curiosi, attivi e sempre pronti a fare danni, come Zoe che è una forza della natura. 

ristoranteEcco qualche consiglio:

1. Regola numero uno sedetevi in un posto comodo, non dite “sì” al primo tavolo che vi viene proposto, ricordatevi che non siete soli e che dovete avere spazio per gestire l’imprevedibilità dei bambini che ci mettono meno di un secondo a rubarvi il coltello da sotto il naso e a tagliarsi una mano.

2. Non dimenticate di portare con voi dei giochi, piccoli e silenziosi, che possano aiutarvi nel distrarre il vostro “angioletto” mentre aspetta che arrivi la sua pappa. Io ho trovato molto utili carta e pastelli a cera, per esempio, ma vanno bene anche delle semplici salviettine umidificate che servono sempre per intrattenere i bambini che amano passare il tempo a pulire tutto quello che trovano (Zoe passa ore e ore a pulire di tutto)

3. Non siate rigidi, andate a colpo sicuro, non pretendete di far assaggiare al vostro bambino o bambina il piatto del secolo. Ricordatevi che siete al ristorante e che la situazione è già complicata da gestire, una bella pizza margherita e delle patatine fritte potrebbero salvarvi la vita. Non è il caso di pensare sempre alla salute dei vostri figli, a volte è bene pensare prima di tutto alla propria!

4. Regola numero quattro, non pretendete di stare seduti a tavola per ore. A cena coi bambini dovete avere molta pazienza, ogni quarto d’ora dovete trovare una scusa per alzarvi, portare il piccolo a fare due passi, andare in bagno a lavare le mani, prendere una boccata d’aria. E’ necessario per non aumentare tensioni e stress.

5. Ordinate prima per i più piccoli, non hanno molta pazienza, è difficile far capire loro che nei ristoranti ogni tanto l’attesa può essere lunga, nel frattempo se non resistono temporeggiate con un po’ di pane o dei grissini.

6. Se avete seguito il mio consiglio e avete ordinato una semplice pizza margherita, appena arriva, tagliatela a pezzi e incoraggiate il vostro bimbo o bimba a provare a mangiare da soli, non preoccupatevi se poi dovrete metterli in lavatrice vestiti, rendendoli un po’ autonomi riuscirete a respirare qualche secondo e a mangiare con calma.

7. Si sa, i bambini si annoiano facilmente, per questo il consiglio è di non perdersi mai d’animo e creare sempre una distrazione nuova, un buon modo può essere quello di giocare a nascondino a tavola magari utilizzando un tovagliolo per non farsi vedere.

8. Mantenere la calma, anche se a volte è difficile, è un buon modo per evitare di rendere la situazione ancora più complicata. Non pretendete che vostro figlio riesca a mangiare senza sporcarsi o riesca a stare più di 10, 15 minuti consecutivi nel seggiolone, se ci sono delle scale che piacciono particolarmente ai bambini, stancateli facendo dei continui sali e scendi.

9. Se non siete soli ma con voi ci sono con familiari, parenti e amici, pensare ad un gioco di gruppo, preferibilmente, semplice e poco rumoroso oppure dividetevi la fatica e a turno date attenzione ai più piccoli, magari concedendo loro anche l’utilizzo di qualche strumento tecnologico per qualche minuto.

10. Se volete concedervi un caffè, incuriosite i piccoli facendogliene assaggiare qualche goccia, magari con un po’ di zucchero, è un paradosso ma credetemi il caffè riesce a tranquillizzarli.

LEGGI ANCHE VIAGGIARE IN AUTO COI BAMBINI, 10 REGOLE PER NON IMPAZZIRE

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *