Destinazione Milano

Dal Duomo alla Galleria, passando per i fenicotteri: Milano è una scoperta

Milano, Milano, Milano. Quante canzoni e quanti film sono stati dedicati a Milano. Tutti gli italiani conoscono questa città. Alcuni la vedono come un luogo triste e grigio in cui si lavora e basta, altri invece come una città nella quale non si fa altro che fare aperitivi e mangiare sushi. Ma in tantissimi la vedono davvero per quella che è: una metropoli ricca di arte, cultura, lavoro, divertimenti, luoghi magici e anche natura. Un luogo suggestivo, Milano. Guardata e protetta dall’alto sempre dalla Madonnina. Quella che “ti te dominet Milan”. Milano è uffici, aziende, ma anche ristoranti, pub, discoteche, parchi, musei, piazze, negozi, boutique. Milano è contraddizioni, è certezze, è dubbi, è frasi dette a metà, sussurrate. Milano è accoglienza, Milano è anche a volte chiusura. In una parola: Milano è una città da vivere e da amare. O almeno da provare a farlo.

Dove: nel cuore della Lombardia.

Quanti abitanti: un milione e 373mila.

Da vedere in quanti giorni: Per riuscire a visitarla tutta, servirebbero almeno una decina di giorni. Ma per vedere i luoghi principali di Milano, gustarsi la sua atmosfera magica e rilassarsi passeggiando in centro basta anche soltanto una settimana.

Da fare assolutamente: perdersi nelle vie del centro. Da piazza Duomo a piazza San Babila, passando per via Dante, via Torino, piazza della Scala, i giardini di Porta Venezia, il quadrilatero della moda: tutto è racchiuso in pochi chilometri percorribili anche a piedi. E poi il cenacolo di Leonardo da Vinci, il bosco verticale, piazza Gae Aulenti, il Castello, la zona dei Navigli soprattutto per i locali notturni: impossibile scegliere soltanto qualche luogo. Da non perdere anche una chicca: i fenicotteri rosa nel parco di villa Invernizzi in porta Venezia.

Qualche consiglio: la metropolitana per spostarsi da un luogo all’altro è molto comoda, quindi vale la pena usarla. In generale però è consigliabile visitare una zona a piedi: si possono scoprire vere perle che non sono riportate dalle guide. E poi lasciarsi sorprendere: a parte i quartieri più periferici – zone come Baggio, Quarto Oggiaro, Bonola e simili non hanno luoghi di grande interesse turistico -, praticamente tutta Milano va vissuta senza preconcetti o barriere.

Da assaggiare: le specialità lombarde sono il risotto, l’ossobuco, il risotto con l’ossobuco, la polenta, gli gnocchi, la cassoeula. Il consiglio a Milano però è, se volete assaggiare piatti tipici, quello di infilarvi in una trattoria rustica. Niente locali patinati: la vera cucina milanese e lombarda si mangia nelle osterie di una volta. Milano è anche la capitale dei ristoranti etnici, quindi lasciatevi tentare anche da cucine straniere. Non ve ne pentirete.

Read more

Cammina sopra i tetti di Milano e goditi lo spettacolo/VIDEO

In centro a Milano vi aspetta una novità. Sapete che c'è un camminamento sui tetti della città, un percorso sospeso di 250 metri sopra la Galleria Vittorio Emanuele a due passi dal Duomo?

L’ho scoperto per caso, il classico passaparola, ma visto che ne vale la pena lo consiglio anche a voi. 

milano 2Alzi la mano chi sapeva dell’esistenza di un camminamento sopra i tetti della Galleria Vittorio Emanuele, in centro Milano… A dire il vero non lo sanno in molti, un punto di domanda anche per chi lavora nei negozi e ristoranti della stessa Galleria. “Siamo messi bene!”, ho pensato dopo aver chiesto praticamente a tutti dov’era l’ingresso di questa passeggiata di cui avevo sentito parlare.

In realtà è semplicissimo. Avete presente la Galleria di fianco al Duomo? Ecco entrate lì, percorretela fino a dove ogni anno a Natale c’è il bellissimo albero che richiama turisti da tutto il mondo. A metà Galleria con piazza Duomo alle spalle, girate a sinistra, fate 50 metri e girate ancora a sinistra nella stradina parallela. Andate avanti di qualche metro e subito dopo l’ingresso dell’hotel, in via Silvio Pellico 2, entrate in un cortile interno, ecco l’ascensore che vi porterà sui tetti, al 4 piano. 

milano 1Il biglietto, un po’ caro a dire il vero (12 euro per il prezzo intero, con prenotazione online 9.60 euro) si compra alla cassa che si trova proprio fuori dall’ascensore. Il camminamento è libero, i panorami bellissimi se c’è una giornata limpida e di sole (se è nuvoloso evitate di salire perché non ne vale la pena). Si cammina sopra i tetti su una passerella costruita ad hoc per permettere la migliore visuale sulla Madonnina che sembra vicinissima, su Piazza Duomo e sulle Alpi che circondano la città. Aperta dalla 10 alle 21, con l’ultimo ingresso alle 20.30, è suggestiva e permette non solo di vedere Milano dall’alto, ma anche di conoscere la storia della città, di fare un brindisi in una location esclusiva, di cenare in un ristorante in “alta quota” e di partecipare a molti eventi organizzati durante l’anno.

Da provare, anche coi bambini al seguito che rimangono affascinati. 

(Informazioni utili)

GUARDA IL VIDEO 

Read more