Destinazione Siracusa

58/365 Siracusa

Città sulla costa ionica della Sicilia con la particolarità assolutamente da vedere dell’isola di Ortigia che si allunga verso il mare. Realtà dalla storia millenaria, lo ricorda già il nome che porta alla mente il passato greco. Siracusa, tra le più vaste metropoli dell’età classica, nello stesso tempo poi fa tornare alla memoria anche i periodi del Medioevo e Barocco che si rivive visitando le stradine della isola di Ortigia. Tra i luoghi da non perdere ci sono sicuramente il tempio di Apollo all’ingresso dell’Isola, il tempio dorico più antico della Sicilia, la piazza Archimede con la fontana Diana da cui si raggiunge facilmente il duomo, simbolo della città e patrimonio Unesco.

Dove: in Sicilia

Numero di abitanti: 122 mila

Da vedere in quanti giorni: Siracusa è una meta perfetta per una vacanza lunga, una settimana o dieci giorni sono necessari per vedere tutte le bellezze della città e dei dintorni.

Da fare assolutamente: visitare e vivere il mercato sull’isola di Ortigia, passeggiare per questa zona particolare della città, visitare il Parco Archeologico della Neapolis di Siracusa, vedere il duomo, visitare il museo dei Pupi, fare il bagno in un mare limpido.

Qualche consiglio: Nonostante la Sicilia rimandi al pensiero del mare ed è una meta ideale da vivere in estate, Siracusa può essere visitata durante tutto l’anno. La città merita anche nelle altre stagioni.

Da assaggiare: la Sicilia offre tanti piatti tipici da provare, sicuramente ci sono gli agrumi, le arance e i limoni, le mandorle, il pistacchio, tra i piatti da assaggiare la pasta alle sarde, ma anche alla norma con le melanzane. Da non perdere un assaggio di arancine, dei piatti a base di pesce e di un gustosissimo panino preparato al mercato da Borderi.

Read more

Destinazione Fiumalbo

37/365 Fiumalbo

Inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, il centro di Fiumalbo, piccolo paese in Emilia Romagna, proprio sul confine con la Toscana, è caratteristico per la sua fitta rete di stradine e vicoli che fanno del centro storico una bomboniera. Il borgo, inserito nell’area naturale protetta del Parco del Frignano è l’ideale per chi vuole passare qualche giorno a contatto con la natura. Percorsi a piedi, a cavallo, in bicicletta e la possibilità di sciare nel vicino comprensorio dell’Abetone, rendono questo posto perfetto anche per chi vuole fare sport e vivere qualche giorno in contatto con la natura.

Dove: in Emilia Romagna, in provincia di Modena

Numero di abitanti: circa 1250

Da visitare in quanti giorni: il centro storico di Fiumalbo non è molto grande, si visita in una giornata. A pochi chilometri di distanza però c’è la zona dell’Abetone perfetta per sciare in inverno e bella anche in estate. In questo territorio potete organizzare anche una vacanza di una settimana.

Da fare assolutamente: fare un giro nel centro storico di Fiumalbo, sciare nel comprensorio dell’Abetone.

Qualche consiglio: la zona dell’Appennino Tosco Emiliano è tutta da scoprire. Questo territorio può offrire tanto in ogni stagione, l’inverno e l’estate sono i due periodi migliori per visitare la zona.

Da assaggiare: la zona tra l’Emilia e la Toscana è l’unione di due cucine molto ricche. A Fiumalbo si mangiano i primi a base di tortellini e tortelloni, le zuppe di cavolo nero e per i secondi si trova spesso la tagliata di manzo. Non mancano le tutele, e i borlenghi farciti con lardo e salumi. Questa è la zona del mirtillo nero e tra i dolci da non perdere il croccante di Fiumalbo.

Read more