Destinazione Urbino

Andiamo a scoprire Urbino, nel Montefeltro

136/365: Urbino

Importante città del Rinascimento Italiano, il centro storico è stato riconosciuto come patrimonio Unesco. Urbino, città natale di Raffaello, è immersa in un territorio di grande valenza naturalistica, tra la valle del Metauro e quella del Foglia e racchiude tante ricchezze artistiche e architettoniche. Una città universitaria, qui infatti ha sede la prestigiosa Università degli Studi “Carlo Bo”, è perfetta da visitare a piedi per godere di tutti i monumenti che offre. Un luogo tutto da scoprire inserito in un territorio dove si può fare una piacevole vacanza, tra borghi, campagna e tradizioni antiche.

Dove: Urbino si trova nelle Marche, nella provincia di Pesaro e Urbino. La città nella parte settentrionale della Regione è uno dei luoghi da non perdere.

Numero di abitanti: la città di Urbino, nel Montefeltro, conta circa 14 mila e cinquecento abitanti.

Da vedere in quanti giorni: Urbino si visita in qualche giorno. Prendetevi almeno due giorni per scoprirla. Il territorio è ricchissimo ed è perfetto per chi cerca un luogo tranquillo dove passare una vacanza all’insegna del relax.

Da fare assolutamente: vedere Palazzo Ducale, una piccola città fortificata voluta da Federico da Montefeltro, tra i simboli della città, fare un giro a piedi per i vicoli del centro, vedere la Galleria Nazionale delle Marche, la casa di Raffaello, vedere il ciclo di affreschi di Lorenzo e Jacopo Salimbeni nell’Oratorio di San Giovanni.

Qualche consiglio: Urbino non è molto grande ed è perfetta per una gita di un weekend. Bella da visitare durante tutto l’anno, in primavera e in estate merita.

Da assaggiare: questa zona delle Marche è caratteristica per alcuni prodotti tipici come il tartufo della vicina Acqualagna, ma anche la crescita che è una tradizione urbinate, il salame di Montefeltro e il formaggio di fossa che si produce in un paese non molto lontano.

Read more

Destinazione Bolsena

133/365: Bolsena

Tra i tanti luoghi da vedere in provincia di Viterbo, nell’alto Lazio, da non perdere c’è il paese di Bolsena. Affacciato all’omonimo lago di origine vulcanica, ha un centro storico piccolo ma caratteristico. Conosciuta anche come “la città del miracolo eucaristico” – sembra infatti che nel 1263 mentre un sacerdote che aveva dubitato della reale presenza di Gesù nell’ostia consacrata stava dicendo messa essa iniziò a sanguinare – è visitata da molti pellegrini. Il viaggio alla scoperta del borgo può cominciare dalla rocca Monaldeschi della Cervara, tra i simboli del paese, luogo da dove si vedono panorami unici e teatro del museo territoriale del lago di Bolsena. Da lì potete poi iniziare la passeggiata tra i vicoli e raggiungere la Chiesa di Santa Cristina, assolutamente da vedere.

Dove: Bolsena si trova nel Lazio, in provincia di Viterbo, a circa 30 chilometri da questa città.

Numero di abitanti: Bolsena conta poco meno di 4 mila abitanti.

Da vedere in quanti giorni: il paese, affacciato all’omonimo lago, si visita in una giornata. Può essere, però, una meta ideale anche per una vacanza più lunga, di almeno una settimana.

Da fare assolutamente: fare un giro nel borgo prendendosi il tempo necessario per scoprirlo, passeggiare sul lungolago e se è periodo delle aiuole di ortensie fiorite godere dello spettacolo, visitare la chiesa di Santa Cristina con le catacombe, vedere la Rocca e il museo.

Qualche consiglio: Bolsena è ideale per una gita di qualche giorno, anche in moto. Raggiungetela in primavera o verso settembre, il clima è piacevole e il borgo non troppo affollato. Non perdete la festa delle ortensie che si tiene a giugno.

Da assaggiare: zuppe a base di legumi, pasta fatta in casa e come secondo pesce di lago. A Bolsena, un territorio ricco di prodotti tipici, c’è molto da assaggiare. Da provare per esempio il coregone al forno o l’anguilla.

Read more