Destinazione Terracina

147/365: Terracina

Storia e mare. Due componenti che caratterizzano Terracina, in provincia di Latina, tra le destinazioni culturali e balneari da non perdere nel Lazio. Frequentata in estate dai turisti che passano qui le vacanze, e durante gli altri mesi dell’anno dai visitatori che, oltre al mare e alle spiagge, cercano un centro storico ricco di monumenti da vedere molti di interesse archeologico. Molto bella la parte più antica del paese con il Foro Emiliano, cuore dell’antico nucleo urbano che ancora oggi parla di storia. La parte più moderna, con servizi e strutture ricettive, è l’ideale per i vacanzieri che cercano un posto dove rilassarsi e stare tranquilli.

Dove: Terracina si trova in provincia di Latina, nel Lazio.

Numero di abitanti: Latina ha circa 45 mila e 200 abitanti.

Da vedere in quanti giorni: Terracina si visita anche in una giornata, ma è una destinazione ideale per una vacanza più lunga di una settimana, dieci giorni. Perfetta per chi cerca una località di mare dove rilassarsi in spiaggia, ma passeggiare anche tra i monumenti della parte più antica del paese.

Da fare assolutamente: fare un giro nel centro storico e godere dei monumenti che offre come il Duomo, passare qualche ora in spiaggia e nei dintorni vedere il tempio di Giove, ma anche San Felice Circeo, Sperlonga con la villa di Tiberio e il lago di Fondi.

Qualche consiglio: Terracina è davvero particolare, è perfetta per chi vuole rilassarsi ma vivere qualche giorno anche in un posto dalla grande valenza culturale.

Da assaggiare: la posizione strategica, tra Roma e Napoli fa si che a Terracina si possa mangiare un mix di una cucina ricchissima. Sicuramente non mancano i pesci, come le alici, la zuppa di pesce, il fritto di paranza, ma anche i formaggi e i primi piatti della tradizione del centro sud Italia.

Read more

Destinazione Viterbo

123/365: Viterbo 

Viterbo è una città da non perdere nel Lazio. Definita per molto tempo la città dei Papi per il periodo in cui fu proprio qui la sede papale, la città ha una storia molto antica. Capoluogo di un territorio ricchissimo di luoghi da scoprire, dalle origini etrusche e dalle tradizioni che si sono mantenute nel tempo. Passeggiando in centro si vedono palazzi signorili, ricchi di opere d’arte, ma anche monumenti come chiese, ville di grande spessore artistico e culturale e torri che svettano tra le case. Sembra che l’origine del primo nucleo abitato sia dell’anno mille e che la città si sia sviluppata intorno all’antica Castrum Viterbii. Anche solo con una passeggiata nella parte più antica della città vi accorgerete che qui sono concentrati i principali monumenti da vedere, luoghi che vi rimarranno molto tempo nella mente e nel cuore.

 

Dove: nell’omonima provincia, nel Lazio.

Numero di abitanti: circa 68 mila abitanti.

Da vedere in quanti giorni: Viterbo si visita in un paio di giorni, avere almeno una settimana a disposizione permette di godere meglio della città e delle sue bellezze.

Da fare assolutamente: passeggiare nel centro storico, visitare il palazzo dei Papi, un edificio storico tra i più importanti della città, vedere Villa Lante con uno dei giardini più importanti al mondo, fare una visita ad uno dei quartieri storici della città: San Pellegrino.

Qualche consiglio: Viterbo, in un luogo di grande interesse anche dal punto di vista paesaggistico. è l’ideale per una piacevole vacanza di qualche giorno. Bella da vedere nei mesi di mezza stagione, in autunno e in primavera. Se siete a Viterbo e avete tempo andate a visitare il Parco dei Mostri di Bomarzo (leggi l’articolo).

Da assaggiare: tra le tante tipicità di questa zona del Lazio, da provare i primi piatti fatti in casa, le zuppe che sono tipiche del territorio, l’olio, le castagne, i funghi e i secondi piatti di carne.

 

Read more