Destinazione Cuggiono

Andiamo in Lombardia, nella zona dell'Altomilanese

181/365 Cuggiono

Quella di Milano è una provincia composita ricca di paesi caratteristici e che hanno ognuno delle peculiarità proprie. Il territorio dell’Altomilanese in particolare può contare numerose piccole realtà che meritano una visita, seppur di passaggio. Questa è una zona nella quale difficilmente ci si ferma per trascorrere qualche giorno, ma che è ricca di eccellenza e di luoghi suggestivi da visitare. Perché quindi non approfittarne per fare un giro a Cuggiono?

Dove: in Lombardia, nel cuore dell’Altomilanese ovvero nella parte alta della provincia di Milano
Numero di abitanti: circa 8.300 abitanti.
Da vedere in quanti giorni: per visitare Cuggiono basta un solo giorno, se si vogliono aggiungere anche alcuni Comuni del circondario è necessario qualche giorno in più per riuscire a vedere diversi luoghi con calma.
Da fare assolutamente: Cuggiono è famosa in tutta Italia soprattutto per un luogo che la caratterizza, ovvero Villa Annoni. Una villa storica, che ha al proprio interno locali storici e al proprio esterno un enorme parco. Parco che è stato più volte location di spettacoli e trasmissioni televisive, come ad esempio diverse edizioni del talent show di pasticceria Bake Off. Cuggiono è un paese ricco di aree verdi e di panorami interessanti, vista anche la sua frazione di Castelletto che è caratterizzata dal Naviglio. Il consiglio è quindi quello di visitare questi luoghi godendoseli in relax e vedendoli a piedi o in sella a una bicicletta.
Qualche consiglio: Cuggiono è un paese che confina con diverse realtà interessanti, come ad esempio Inveruno, ed è a poca distanza da città importanti come Legnano. Il consiglio perciò di pianificare, se si ha un po’ di tempo, una visita anche agli altri Comuni del territorio. Le tradizioni, l’arte e la cultura da queste parti non mancano di certo e quindi tanto vale approfittare di qualche giorno per approfondire la conoscenza dell’Altomilanese.
Da assaggiare: la cucina lombarda è alla base della gastronomia nella zona di Cuggiono. Risotti, quindi, ma anche carne e in periodo invernale le immancabili varianti della cassoeula con polenta. Per non farsi mancare nulla è quindi consigliabile affidarsi alle trattorie tipiche sparse su tutto il territorio.

Read more

Destinazione Legnano

Fra le province di Milano e Varese, è la città del Palio e della Battaglia

Da piazza San Magno fino a piazza Monumento, passando per il Parco Castello e il museo Sutermeister. Oltre al Castello stesso e ai manieri delle otto contrade del Palio. Sono diversi i luoghi di interesse che caratterizzano la città di Legnano. Luoghi da visitare, ma soprattutto da vivere. Luoghi storici, nei quali si respirano atmosfere centenarie e che raccontano la vera anima della città. Unica ad essere citata, insieme a Roma, nell’inno di Mameli.

Legnano è una città fra le province di Milano e Varese, in Lombardia. Ma guai a parlare della vicina Busto Arsizio: la rivalità è decisamente accesa. A caratterizzarla sono diversi eventi durante l’anno, quello più famoso anche a livello internazionale è il Palio che si tiene ogni ultima domenica di maggio e vede le otto contrade della città impegnate nella sfilata che rievoca l’atmosfera del 1176, data della Battaglia di Legnano, e nella conseguente corsa ippica che assegna il Crocione.

legnano

Legnano foto Roberto Garavaglia

Dove: in Lombardia, a una trentina di chilometri da Milano e circa 35 da Varese. Non lontano dal polo fieristico di Rho e dall’aeroporto di Malpensa.

Abitanti: poco più di 60.000 all’ultimo censimento.

Da visitare in quanti giorni: con calma servono un paio di giorni. Oltre al centro, che è la vera perla con piazza San Magno e il suo “salotto” della città, merita anche il quartiere della Canazza che è di fatto quello più verde e più “in alto”. Si trova infatti sul “colle” di Sant’Erasmo.

Da fare assolutamente: un giro al Parco Castello è d’obbligo, così come sono d’obbligo delle foto ai tantissimi scoiattoli che lo popolano. Attenzione però: non date loro da mangiare, altrimenti vi seguiranno ovunque. A Legnano non si può non visitare anche il Castello, che è accanto al parco. Per la merenda, un salto al Corner Pizza & Coffee di corso Magenta è d’obbligo: dolci fatti a mano e tante specialità anche per chi è intollerante a glutine, latte e lievito. Una passeggiata nelle vie dello shopping, corso Magenta e corso Garibaldi su tutte, e una sosta in piazza San Magno non possono che rigenerare così come un passaggio nella basilica di San Magno.

Qualche consiglio: anche se non vi trovate a passare da Legnano nel mese di maggio, i manieri delle otto contrade – in via Berchet, via Somalia, via dei Mille, via Bixio, via Flora, Sempione, via Madonna delle Grazie e via Dante – sono dei luoghi di ritrovo nei quali respirare storia, ma anche goliardia, ospitalità e allegria. Concedetevi un giro almeno in una delle sedi delle contrade.

Da assaggiare: polenta e bruscitti, ovvero il must della tradizione legnanese. E in luoghi come la trattoria Il Santuario di corso Magenta sono l’ideale per respirare, e assaggiare, la vera tradizione legnanese e lombarda.

Read more