Destinazione Montelupone

Nelle Marche per scoprire il paese dei carciofi

Montelupone

107/365: Montelupone

Piccolo borgo marchigiano in provincia di Macerata. In posizione strategica a pochi chilometri dal mare e a metà strada tra Macerata e Loreto, tra le dolci colline, offre panorami da cartolina. Tra i borghi più belli d’Italia, bandiera Arancione, Montelupone è famoso anche per i carciofi, presidio slow food e tipicità locale. Perché quindi non partire alla scoperta di questo territorio ricco di storia, arte e panorami mozzafiato. Senza dimenticare i sapori tutti da scoprire.

Dove: nelle Marche, in provincia di Macerata.

Numero di abitanti: circa 3mila e cinquecento abitanti.

Da vedere in quanti giorni: Montelupone è piuttosto piccolo, si visita in una giornata. La zona è ricca di posti da vedere, potete perciò organizzare qui anche una vacanza più lunga e magari rimanerci una settimana.

Da fare assolutamente: passeggiare nei vicoli del centro storico, vedere il teatro, la chiesa di San Francesco e quella di San Firmano a qualche chilometro dal centro, partecipare alla sagra del carciofo. Queste sono alcune delle attività da non perdere per poter dire di aver conosciuto, anche se soltanto in parte, l’identità e le caratteristiche principali di questo borgo.

Qualche consiglio: le Marche sono particolari anche per i piccoli paesi che le caratterizzano. Il consiglio è quindi quello di organizzare un itinerario nella zona per visitare più luoghi interessanti. Spostatevi in auto e, muniti di una mappa, spaziate per tutto il territorio: vi riserverà sorprese che vi lasceranno a bocca aperta.

Montelupone Da assaggiare: tra le tante tipicità marchigiane che si possono provare nel territorio, a Montelupone vanno assaggiati assolutamente i carciofi. Sono il prodotto tipico per eccellenza e non si può andare via da questo paese senza averli assaggiati. Cucinati alla Monteluponese, fritti o utilizzati per preparare la pasta e i vincisgrassi – quest’ultimo è un altro piatto tipico che non può mancare sulle tavole marchigiane – sono comunque squisiti.

 

Read more

Destinazione Gabicce

Fra Emilia Romagna e Marche una vera perla di mare e montagna

102/365 Gabicce

Nonostante il clima in tutta Italia non sia di certo primaverile, l’estate si sta avvicinando e allora cosa c’è di meglio di un pensiero alle vacanze? Spiagge esotiche? Mete lontane di oltre mille chilometri dall’Italia? Panorami mai visti prima? Grattacieli altissimi? Anche, per chi ne ha voglia e possibilità. Perché però non pensare anche a una meta decisamente più vicina e dai prezzi più abbordabili, ma dal relax, dal divertimento e dal mare pulito assicurati? Andiamo quindi in riviera, a Gabicce Mare.

Dove: in provincia di Pesaro Urbino, fra Marche ed Emilia Romagna.
Numero di abitanti: poco più di 5.700 abitanti.
Da vedere in quanti giorni: essenziale, quando si arriva a Gabicce Mare, è prendersi qualche ora per guardarsi intorno. Occorrono quindi almeno due o tre giorni per godersi il paese e il mare. Se poi si vuole approfittare di questa località per godersi un po’ di relax, allora sarebbe utile prendersi una settimana di vacanza.
Da fare assolutamente: questo paese coniuga nel giro di pochi chilometri mare e montagna. Per questo tanto il lungomare quanto i percorsi a Gabicce Monte meritano lunghe passeggiate. Imperdibili le falesie e il promontorio del Monte San Bartolo, da cui si arriva fino al mare. Gabicce Mare e Gabicce Monte sono collegate da un trenino, esperienza che bisogna assolutamente fare. Così come Gabicce Mare e Gradara: prendetevi una giornata per andare a vedere questo borgo fantastico inserito peraltro fra i più belli d’Italia.
Qualche consiglio: muovetevi in bicicletta, le passeggiate sui pedali sono davvero un plus per una vacanza da queste parti. Se la temperatura lo consente, poi, non perdetevi una bella nuotata nella baia di Vallugola.
Da assaggiare: sulle tavole di Gabicce e della zona si possono trovare soprattutto prodotti della tradizione romagnola, perciò spazio a salumi, cappelletti, insalate di mare, ciambellone. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Read more