Articoli, Scelti per voi Comments (0) |

Viaggi in autobus: sconti nei musei italiani il 23 e 24 febbraio

Flixbus collabora coi musei per incentivare la diffusione della cultura. Agevolazioni per chi viaggia in Italia per scoprire l'italia e fruire dell'arte

Sono quasi cinquemila i musei e i centri che propongono cultura aperti al pubblico in Italia. I numeri diffusi da Istat a gennaio di quest’anno parlano chiaro. L’Italia si conferma ancora una volta come uno dei più ricchi e variegati Paesi per quanto riguarda l’offerta culturale e artistica. Per scoprire tutto questo patrimonio e agevolare chi ha voglia di organizzare un viaggio nell’arte FlixBus avvia una collaborazione speciale con alcuni musei d’Italia per permettere a chi viaggia in autobus nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 febbraio di fruire di esperienze particolari a prezzi vantaggiosi e di godere di servizi extra esclusivi.

AutobusEcco dove andare:

A Milano si può partecipare al workshop di disegno a WOW Spazio Fumetto.
Per chi vuole cimentarsi con l’arte del fumetto, questa potrebbe essere l’occasione buona: a WOW Spazio Fumetto, must imprescindibile per gli appassionati, si potrà usufruire di una riduzione del 10% sul costo di iscrizione al workshop “Crea il tuo albo illustrato” (domenica 24 febbraio, 10-17) previa esibizione di biglietto FlixBus datato 23 o 24 febbraio. La prenotazione, obbligatoria, va effettuata scrivendo a edu@museowow.it, ed è da ritenersi definitiva previa conferma. Non solo: a chi raggiungerà Milano in FlixBus il 23 o 24 febbraio è riservato uno sconto del 20% sulla mostra 15 Years of Magix, sempre previa esibizione del biglietto.

A Trieste: la proposto è una visita guidata dedicata alla bora appositamente studiata per i passeggeri FlixBus.
Questo weekend potrebbe essere il momento ideale per esplorare Trieste secondo una prospettiva inedita, quella del suo vento. Domenica 24 febbraio dalle 14 alle 18, chi raggiunge il capoluogo giuliano in FlixBus potrà partecipare a un’esclusiva visita guidata al Museo della Bora per scoprire i luoghi iconici della città e respirarne le atmosfere mitteleuropee percorrendo uno speciale itinerario in 20 tappe scandito da racconti, episodi storici e curiosità che hanno per protagonista il mitico vento gelido. Per partecipare, è necessario prenotare entro venerdì 22 febbraio scrivendo a museobora@iol.it ed esibire biglietto FlixBus datato 23 o 24 febbraio al momento della partenza. Ulteriori dettagli verranno resi noti via mail alla conferma.

Nelle Marche ad Ancona: al Museo Omero sconti sui libri in vendita al bookshop e uno speciale concerto al buio.
Un’esperienza davvero unica si può vivere al Museo Tattile Omero di Ancona, spazio senza barriere dove tutti possono conoscere l’arte attraverso il tatto e punto di riferimento internazionale nell’educazione estetica per non vedenti e ipovedenti. I visitatori potranno accedere a un percorso multisensoriale all’avanguardia composto da 150 lavori, tra sculture e modellini architettonici, approfondendo di persona le modalità di fruizione tattile di un’opera d’arte. Già da giovedì 21 febbraio, chi raggiunge Ancona in FlixBus potrà usufruire di uno sconto del 20% su vari libri in vendita al bookshop fino a domenica 24 febbraio. In occasione della Giornata Nazionale del Braille, inoltre, il 21 febbraio si potrà assistere ad un Concerto al buio gratuito in programma alle 18 presso la sala conferenze del Museo.

Read more

Destinazione Milano

Dal Duomo alla Galleria, passando per i fenicotteri: Milano è una scoperta

Milano, Milano, Milano. Quante canzoni e quanti film sono stati dedicati a Milano. Tutti gli italiani conoscono questa città. Alcuni la vedono come un luogo triste e grigio in cui si lavora e basta, altri invece come una città nella quale non si fa altro che fare aperitivi e mangiare sushi. Ma in tantissimi la vedono davvero per quella che è: una metropoli ricca di arte, cultura, lavoro, divertimenti, luoghi magici e anche natura. Un luogo suggestivo, Milano. Guardata e protetta dall’alto sempre dalla Madonnina. Quella che “ti te dominet Milan”. Milano è uffici, aziende, ma anche ristoranti, pub, discoteche, parchi, musei, piazze, negozi, boutique. Milano è contraddizioni, è certezze, è dubbi, è frasi dette a metà, sussurrate. Milano è accoglienza, Milano è anche a volte chiusura. In una parola: Milano è una città da vivere e da amare. O almeno da provare a farlo.

Dove: nel cuore della Lombardia.

Quanti abitanti: un milione e 373mila.

Da vedere in quanti giorni: Per riuscire a visitarla tutta, servirebbero almeno una decina di giorni. Ma per vedere i luoghi principali di Milano, gustarsi la sua atmosfera magica e rilassarsi passeggiando in centro basta anche soltanto una settimana.

Da fare assolutamente: perdersi nelle vie del centro. Da piazza Duomo a piazza San Babila, passando per via Dante, via Torino, piazza della Scala, i giardini di Porta Venezia, il quadrilatero della moda: tutto è racchiuso in pochi chilometri percorribili anche a piedi. E poi il cenacolo di Leonardo da Vinci, il bosco verticale, piazza Gae Aulenti, il Castello, la zona dei Navigli soprattutto per i locali notturni: impossibile scegliere soltanto qualche luogo. Da non perdere anche una chicca: i fenicotteri rosa nel parco di villa Invernizzi in porta Venezia.

Qualche consiglio: la metropolitana per spostarsi da un luogo all’altro è molto comoda, quindi vale la pena usarla. In generale però è consigliabile visitare una zona a piedi: si possono scoprire vere perle che non sono riportate dalle guide. E poi lasciarsi sorprendere: a parte i quartieri più periferici – zone come Baggio, Quarto Oggiaro, Bonola e simili non hanno luoghi di grande interesse turistico -, praticamente tutta Milano va vissuta senza preconcetti o barriere.

Da assaggiare: le specialità lombarde sono il risotto, l’ossobuco, il risotto con l’ossobuco, la polenta, gli gnocchi, la cassoeula. Il consiglio a Milano però è, se volete assaggiare piatti tipici, quello di infilarvi in una trattoria rustica. Niente locali patinati: la vera cucina milanese e lombarda si mangia nelle osterie di una volta. Milano è anche la capitale dei ristoranti etnici, quindi lasciatevi tentare anche da cucine straniere. Non ve ne pentirete.

Read more