Destinazione Bellaria Igea Marina

Bellaria33/365: Bellaria Igea Marina

Un tempo era un borgo marinaro, oggi è una rinomata destinazione turistica dove in molti passano i mesi estivi. Già destinazione balneare agli inizi del ‘900, Bellaria Igea Marina è rimasta una città a misura d’uomo, dove è piacevole passare qualche giorno di vacanza. Gli hotel, i b&b, le strutture che affittano appartamenti sono moltissimi: qui c’è l’imbarazzo della scelta e si può trovare un alloggio per ogni esigenza. In posizione strategia, al centro della Riviera Adriatica, può essere la base per visitare altri luoghi, da Rimini a Ravenna, fino a raggiungere anche Urbino e le Marche. La spiaggia è di sabbia fine e dispone di tutti i servizi necessari anche per chi viaggia coi piccoli. Per gli amanti della natura non manca un parco, quello del Gelso, polmone verde della città con 25 ettari di macchia mediterranea.

Dove: in Emilia Romagna, in provincia di Rimini

Numero di abitanti: circa 19 mila e 500

Da vedere in quanti giorni: per visitare Bellaria Igea Marina basta una giornata. In molti scelgono questa meta per organizzare le vacanze estive, soprattutto in famiglia e coi bambini. Per questo, una settimana è il tempo giusto da dedicare a questa destinazione.

Da fare assolutamente: fare una passeggiata sulla spiaggia, visitare il centro con negozi e molti luoghi pensati per far divertire i bambini.

Qualche consiglio: Bellaria, e questo vale per tutta la zona vicina, è un luogo da vivere soprattutto in estate. Se siete alla ricerca di un posto dove organizzare una vacanza all’insegna della semplicità, avete un budget contenuto e volete una destinazione adatta ai bambini, anche molto piccoli, questo è il luogo giusto. Ci sono tutti i servizi che servono ai bambini e alle famiglie e gli hotel propongono offerte vantaggiose.

Da assaggiare: l’Emilia Romagna in fatto di cibo è ricchissima di prodotti e piatti. Sicuramente da assaggiare c’è la tipica piadina, da non perdere anche i piatti di pesce e i primi a base di pasta fresca fatta in casa.

Read more

Destinazione Talamello

Oggi andiamo in Emilia Romagna, in provincia di Rimini per assaggiare il formaggio di fossa e visitare Talamello

10/365: Talamello

talamelloTalamello è un piccolo borgo medievale nel cuore del Montefeltro, in posizione strategica, nell’entroterra di Rimini da cui dista circa cinquanta minuti, non lontano anche da San Marino a circa 30 chilometri. Vicino al monte Pincio che lo protegge, è un paese che va visto non solo per la sua tradizione più famosa: il formaggio di fossa, ma anche per alcune piccole e importanti perle d’arte. Passeggiare nel centro storico è piacevole perché il territorio circondato da boschi e da una ricca vegetazione offre dei bei panorami, non molto distante una delle chicche da vedere è la celletta che si trova vicino al cimitero del paese. All’interno da vedere gli affreschi di Antonio Alberti da Ferrara del 1400. Molto interessante anche il museo che ospita le opere del pittore Fernando Gualtieri con quadri di grande pregio. Un uomo che ha lottato fin da da giovane per portare avanti la sua grande passione per l’arte che ha riempito la maggior parte della sua vita. Talamello poi è anche una meta perfetta per il turismo gastronomico e per passare qualche ora a contatto con la natura. Assaggiate l’ambra di Talamello in uno dei ristoranti del centro. Al formaggio di fossa è dedicata anche una sagra che si tiene nel mese di novembre e, se visitate il borgo in autunno, in periodo di castagne spostatevi di qualche chilometro e visitate il castagneto del Monte Pincio, è un’esperienza da fare.

Dove: in Emilia Romagna, in provincia di Rimini
Numero di Abitanti: circa 1100
talamelloDa visitare in quanti giorni: Il borgo non è molto grande, per visitare il paese basta anche una giornata, se volete però scoprire parte del territorio potete dedicare a questa zona un weekend. Dormire in un centro così tranquillo fa bene e rigenera.
Da fare assolutamente: sedersi a tavola in un ristorante tipico, farsi raccontare da qualcuno del posto come viene conservato il formaggio nelle fosse e se siete fortunati visitare uno di questi spazi, entrare nel museo dedicato al pittore e artista Fernando Gualtieri, “Lo splendore del reale”: un piccolo scrigno che racchiude tanti capolavori, passare un pomeriggio al castagneto di Monte Pincio
Qualche consiglio: Talamello è un piccolo centro, il paese anche se è raccolto racchiude tanti luoghi interessanti da vedere, non passate di qui solo per assaggiare il formaggio di fossa che sicuramente merita, ma prendetevi del tempo per scoprire il borgo, entrate nelle chiese e se siete sportivi organizzate un giro in bicicletta. Il territorio si presta per organizzare molti itinerari (qualche idea qui)
Da assaggiare: qui il must è il formaggio di fossa, oltre a questo prodotto tipico sono tanti i piatti locali cucinati secondo la tradizione

Read more