L'app servirà per dare consigli di viaggio e utilizzare bene il tempo a disposizione in base ai propri interessi

Avete presente quando chiedete ad amici e parenti “Sarò per tre o quattro ore in quella città e non so cosa fare. Non mi va di rimanere in stazione o in aeroporto, vorrei fare qualcosa. Avete consigli da darmi?” E non ricevete risposte utili per un tempo così esiguo?

Supportando il progetto di TourInTime questo problema si risolverà. Di cosa si tratta? TourInTime è un’idea di Erika Mariniello che prende le mosse da una necessità essenziale, che è poi uno dei concetti chiave che accomunano tutti i lettori di Si Parte con Erika, ovvero quella di viaggiare e soddisfare la curiosità di conoscere il mondo utilizzando il tempo a disposizione. Questo progetto che sarà costituito da un sito internet e da una app per smartphone si propone proprio di fare da guida a chi si trova in un luogo per un tempo limitato, ma vuole comunque soddisfare alcune curiosità e conoscere aspetti nuovi di quella città o paese.

La sperimentazione prenderà il via dal territorio delle Marche e poi si estenderà via via a tutta l’Italia. La partecipazione degli utenti è però fondamentale per il suo sviluppo. Come tutte le start up, infatti, anche TourInTime ha bisogno di fondi per crescere. Come fare per conoscere meglio TourInTime e per sostenere l’iniziativa? Basta andare sulla piattaforma Eppela cliccando qui e scegliere quanto donare. Ogni contributo è prezioso, perché significa che chi lo ha donato ci ha messo il cuore.

Un progetto ambizioso? Senza dubbio, ma solo chi osa può riuscire a volare. E magari con il sostegno di tutti voi appassionati di viaggi questo progetto potrà entro breve cominciare a volare.

A cosa serviranno i finanziamenti? A creare in prima battuta un team di esperti e conoscitori del territorio che potranno consigliare i viaggiatori. Dopodiché si passerà alla seconda fase, quella di sviluppo anche tecnologico vero e proprio. Il terzo e ultimo passo sarà quello di sperimentazione proprio fra i viaggiatori e utenti.

Cristiana Mariani

Facebookpinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *