Diario di una giornalista in viaggio

ACQUISTA IL MIO LIBRO DI VIAGGI
Articoli

7 giorni in Puglia, tra borghi, mare e città ricche di storia e 1 giorno in Basilicata per rivedere Matera

8 giorni per rigenerarsi al mare, senza dimenticare l’entroterra e le bellezze che l’Italia può offrire anche nei luoghi insoliti.

Otto giorni, il numero giusto per rigenerarsi un po’, vedere molto e ricaricare le batterie con l’energia positiva che solo un viaggio nella bellezza può regalare. Oltre 1500 chilometri percorsi in auto, dalle Marche alla Puglia per poi fare tappa a Matera, città imperdibile della Basilicata dove tornare tutte le volte che si può.

*Baia di Porto Miggiano – Santa Cesarea Terme →

Il caldo di questo giugno 2021 non dà tregua. Da una parte sono felice perché sono queste le temperature che piacciono a me. Calde, molto calde. Le temperature e giornate perfette per lasciar perdere tutto e immergersi nel mare. Magari limpido e pulito come quello della Puglia. Giornate perfette anche per, al tramonto, visitare qualche bel borgo affacciato sul mare o qualche città imperdibile come Lecce, capitale del barocco.

*Lecce ↓

Ma andiamo per ordine.
La regione di partenza di questo viaggio sono le Marche, Macerata precisamente (città che vi consiglio di visitare). Il mezzo scelto è l’auto per fermarsi e perdersi ogni volta che si vuole, essere comodi con i bagagli e poter fare pochissimi programmi.
Qualche sosta per un caffè o un pranzo veloce è concessa. Non troppo però perché la prima vera fermata del tour è a 400 chilometri dal punto di partenza.
Quattro ore comode per arrivare sul lungomare di Trani e tuffarsi in acqua per il primo bagno della vacanza, quello che ha un sapore di relax ineguagliabile.

IL VIAGGIO 

  1. Trani e la cattedrale sul mare
  2. Polignano, il borgo incantato
  3. Otranto, perla bianca del Salento
  4. Le spiagge da non perdere in Salento
  5. Lecce, la capitale del Barocco
  6. Gallipoli, la città bella
  7. Taranto e il castello sul mare
  8. Matera, la città de sassi

〉 Tappa n. 1: Trani

  1. Trani e la cattedrale sul mare

Un’ora in spiaggia o anche due per poi scegliere un posto dove dormire. Magari come abbiamo fatto noi proprio nel centro storico, non lontano dal porto, in un b&b di nuovissima apertura con tutti i comfort e un perfetto rapporto qualità/prezzo.

Dove dormire a Trani. Il mio consiglio.

Un aperitivo vista mare e poi una bella cena a base di pesce. Il centro pullula di ristoranti, scegliete quello che vi ispira di più. In generale offrono una buona cucina con pesce freschissimo, piatti locali e pizza a prezzi buoni, poi non mancano posti più semplici dove assaggiare qualcosa di tipico come un panino al pesce o una buona puccia, ovvero un particolare tipo di pane pugliese ripieno di prodotti del posto. 

Il centro storico è da visitare e di sera è ancora più suggestivo. Una passeggiata non può non toccare la meravigliosa cattedrale sul mare, San Nicola Pellegrino, simbolo della città e il castello Svevo voluto da Federico II che si erge per tra quarti sull’acqua, fino ai vicoli, al quartiere ebraico con le sinagoghe e i palazzi nobiliari. Bellissima la zona del porto dove potete fermarvi dai pescatori ad acquistare del buon pesce fresco.

LEGGI LA SECONDA TAPPA DEL VIAGGIO – POLIGNANO A MARE 

LEGGI LA TERZA TAPPA DEL VIAGGIO – OTRANTO 

LEGGI LE SPIAGGE PIU’ BELLE DEL SALENTO  

LEGGI LECCE, LA CAPITALE DEL BAROCCO 

LEGGI GALLIPOLI, LA CITTA’ BELLA 

LEGGI MATERA, LA CITTA’ DEI SASSI 

*Castello Svevo – Trani ↓

〉 Tappa n.2: Polignano a mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER