Diario di una giornalista in viaggio

ACQUISTA IL MIO LIBRO DI VIAGGI
Grottammare Festival del Viaggio Sostenibile
Articoli

A Grottammare il primo Festival del Viaggio Sostenibile

Parallelo – Festival del Viaggio Sostenibile si articola in quattro giornate in programma il 20,21 e 27,28 marzo con dibattiti e incontri a cui parteciperanno esperti, giornalisti e volti noti dello spettacolo.

Il viaggio sostenibile: è questo il tema al centro dell’attenzione della prima edizione di Parallelo Festival.

Parallelo - Festival del Viaggio Sostenibile

La voglia di viaggiare, soprattutto in questo periodo in cui non si può farlo agevolmente, è ancora più forte. Nell’attesa che questa situazione si possa superare presto, tornando alla normalità, il tema del viaggio può comunque essere al centro dell’attenzione. 

E’ proprio il viaggio, nello specifico affrontato in chiave sostenibile, l’argomento su cui si sviluppa Parallelo – Festival del Viaggio Sostenibile, reso possibile grazie al patrocinio e al sostegno della Città di Grottammare, ideato e organizzato dalla società Com-On che si occupa di comunicazione. 

Perché a Grottammare e perché parallelo? 

  1. Il tema della sostenibilità è particolarmente a cuore del Comune marchigiano in provincia di Ascoli Piceno. Grottammare, infatti, è una destinazione balneare insignita di importanti riconoscimenti come la Bandiera Blu, quella Verde (perché adatta ai bambini), Lilla (per quanto riguarda i servizi per le persone con disabilità), ed è parte della rete dei Comuni sostenibili, un progetto promosso da ALI – Autonomie Locali Italiane e da sempre è meta di un turismo slow. 
  2. Il festival prende il nome dal 43° parallelo che passa proprio per Grottammare. Il 43º parallelo dell’emisfero boreale è il luogo dei punti della crosta terrestre aventi la medesima latitudine, cioè 43 gradi di ampiezza tra il punto P del parallelo e l’equatore. Questo parallelo è spesso citato perché meglio di ogni altro sintetizza la diversità dei paesaggi dell’Italia oltre ad essere considerato un riferimento dai geografi e dai climatologi in quanto a sud di esso sulla costa inizia il clima mediterraneo. A Grottammare, siete proprio sul 43° Parallelo dell’emisfero boreale. Un filo immaginario che congiunge l’Adriatico al Tirreno, l’Oceano Pacifico all’Oceano Atlantico.

Il programma del Festival

Parallelo Festival del Viaggio Sostenibile si sviluppa in quattro giorni di incontri, moderati dalla giornalista di viaggi e testimonial del Comune di Grottammare, Erika Mariniello, a cui parteciperanno giornalisti, esperti e volti dello spettacolo. Due appuntamenti al giorno in diretta che potranno essere seguiti online sulle pagine Facebook di Città di Grottammare, Visit Grottammare, Parallelo Festival del Viaggio Sostenibile e Si parte con Erika, che ha al suo attivo già oltre 17mila followers. L’apertura è in programma sabato 20 marzo alle 16.15, con un saluto del sindaco Enrico Piergallini e dell’assessore al Turismo, Lorenzo Rossi. A seguire la giornalista Erika Mariniello aprirà il dibattito con i primi due ospiti: Corrado Ruggeri, giornalista di viaggi e volto di Marcopolo tv e Federico Geremei, direttore di Lonely Planet magazine Italia.

Il secondo appuntamento è per il 21 marzo e avrà come ospite Massimiliano Ossini, famoso volto televisivo e conduttore di Linea Bianca, che presenterà i suoi libri, in particolare Kalipè – Il Cammino della Semplicità, il racconto del viaggio durato un giorno sul Cammino Francescano della Marca. Subito dopo, alle 16,45 la parola passerà ai blogger e viaggiatori: Darinka Montiko, autrice del libro Walkaboutitalia, che ha girato l’Italia a piedi senza soldi; Valentina Miozzo, creatrice del blog sul viaggio sostenibile Viaggiare Libera; Andrea Spinelli che racconterà la sua storia e i suoi libri “Se Cammino Vivo” e “Il Camminante”. 

Il secondo weekend del Festival si aprirà con l’appuntamento in programma sabato 27 marzo alle 16.15 dedicato ai progetti marchigiani di cicloturismo. Il 28 marzo la parola passerà alla gastronoma Georgia Andreozzi che intervisterà  Antonio Attorre, giornalista collaboratore di Slow Food sul tema della sostenibilità nei prodotti del territorio. Il festival si chiuderà domenica pomeriggio con un saluto della conduttrice e autrice televisiva Tessa Gelisio che parlerà dei progetti di tutela ambientale della sua onlus forPlanet.

“Accendiamo nuovamente una lampadina in una stanza buia: l’anno scorso ci siamo promossi attraverso due video di grande successo, quest’anno con un’iniziativa organica come un Festival – ha commentato Enrico Piergallini, sindaco di Grottammare, durante la conferenza stampa di presentazione del Festival -. Grazie a Erika Mariniello che metterà in campo la sua esperienza, avremo a Grottammare esperti del viaggio, del viaggio sostenibile e dell’innovazione: Grottammare è sostenibile da sempre, oggi la città è inserita in un percorso ormai trentennale e in questo festival torna a parlare di se stessa. Il territorio è già sensibile ai temi della sostenibilità e il festival troverà qui a Grottammare terreno fertile. Sarà la prima pietra virtuale per raccontare quello che siamo”.

“Grottammare è una località con una storia turistica antichissima, tra le prime in Italia. Sebbene con numeri importanti, abbiamo sempre puntato a un modello di ospitalità sostenibile: ritmi a misura d’uomo, mare e aria pulita, attenzione all’ambiente, servizi di prossimità, esperienze sincere a porta di mano – ha aggiunto Lorenzo Rossi, assessore al Turismo -. Proprio per questo ci ha onorato l’idea di ospitare qui questa manifestazione, che vuole offrire un contributo di riflessione su un’idea di turismo che riscopra la dimensione autentica e rispettosa del viaggio come vissuto che arricchisce e come rapporto con la natura, e non solo come merce da fruire velocemente, trasformando in peggio i luoghi che invade. Abbiamo lasciato ad Erika Mariniello carta bianca, sarà per noi l’occasione di unirci ad altri luoghi del mondo, come un parallelo, superando la miopia di promuovere solo il nostro e investendo invece con apertura e arricchimento sulla condivisione di esperienze diverse di viaggio, accomunate dalla sostenibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER