I segreti di Potenza Picena

Facebooklinkedinmail
Potenza Picena
Centro storico Potenza Picena, Marche

La città marchigiana in provincia di Macerata è stata inserita nel grand tour delle Marche ideato da Tipicità.

Basta fare una passeggiata nel centro storico, magari partendo proprio dal Pincio, la zona panoramica, per capire quanto ci sia da vedere a Potenza Picena, nelle Marche. La parte alta e la più antica, Montesanto fino al 1862, è un susseguirsi di palazzi nobiliari, chiese e anche qualche luogo insolito e da scoprire.

Potenza Picena
Un particolare delle grotte sotto palazzo Grappini Pallotto

Come le grotte di palazzo Grappini Pallotto, risistemate dagli stessi proprietari e che ricordano le non lontane città sotterranee di Camerano e di Osimo, entrambe località in provincia di Ancona. Percorrendo una lunga scalinata, illuminata dalle candele per rendere ancora più suggestiva la visita, in pochi passi si arriva a sette metri sotto il livello dell’abitazione e ci si inoltra in un dedalo di piccoli spazi nei quali un tempo si custodiva anche il vino.

Ed è proprio il vino il protagonista del viaggio perché Potenza Picena, oltre ad essere una delle perle della Riviera del Conero, è anche la città del Grappolo d’oro. Evento – quest’anno in programma domenica 4 ottobre – che celebra l’uva e quindi il nettare che ne deriva, organizzato ormai da 59 anni dalla Pro loco.

Potenza PicenaUva e vino celebrati anche nei discorsi tenuti durante il tour presentato ad un gruppo di giornalisti e blogger che hanno vissuto, qualche giorno prima dell’inizio della manifestazione, il “Grappolo d’oro experience”, un viaggio innovativo e digitale fatto di punti d’interesse con il valore aggiunto di contenuti interattivi, video e sonori.

Un modo nuovo di raccontare e far vivere le antiche tradizioni che in alcuni paesi e città – nelle Marche capita molto spesso – sono rimaste vive e intatte per anni senza cambiare nonostante lo scorrere del tempo.

Tempo che come ha sottolineato il giornalista Carlo Cambi “ha un valore essenziale”.

“Dobbiamo essere bravi a far rivivere agli ospiti i valori della tradizione, pur rimanendo adeguati al presente, ma con una visione al futuro della nostra comunità – ha commentato”.

Potenza PicenaPer chiudere una degustazione organizzata a preparata dalle vergare* locali: vincisgrassi (un primo piatto che assomiglia alle lasagne), polenta e salsiccia e spezzatino con patate.

*le donne di casa delle Marche che custodiscono le tradizioni

Facebooklinkedinmail

Lascia un commento