Treviso: 5 posti da vedere

La città veneta offre tantissimo, ma, dopo averla girata in lungo e in largo vi consiglio 5 luoghi da non perdere!

Città d’acqua, elegante, ben tenuta, piena di fermento dal punto di vista culturale, Treviso, in Veneto, merita davvero. Il centro, dove la gente ama girare a piedi o ancora di più in bicicletta, sono tanti i luoghi da non perdere. Ma anche poco distante c’è un posto che vi voglio consigliare.

Ecco 5 luoghi da non perdere, tra musei, monumenti e luoghi unici.

  1. Piazza dei Signori
    E’ la più conosciuta a Treviso, il luogo giusto dove fermarsi per una pausa mentre si gira il centro a piedi. Bevete un caffè in uno dei bar, girate lo sguardo e ammirate i palazzi che raccontano la storia di questa città. Oggi questa piazza è sicuramente uno dei luoghi più frequentati dai trevigiani e anche il teatro dei principali eventi organizzati in città.
  2. La fontana delle tette
    Il nome è curioso, sì. La fontana che si vede oggi nella galleria che si raggiunge con qualche passo a piedi da Piazza dei Signori, non è quella originale (la versione antica si trova sotto il porticato del Palazzo dei Trecento), ma è comunque particolare. Secondo la storia sembra che dalle tette un tempo, sotto la dominazione della Repubblica di Venezia, tre giorni all’anno sgorgasse vino in occasione di particolari festeggiamenti.
  3. Collezione Salce
    Prima di entrare nel museo che ospita la collezione Salce (in via Carlo Alberto, 31) non avevo mai visto tutti questi manifesti pubblicitari esposti in un unico luogo. Sono davvero tantissimi e il museo conserva la più ampia raccolta esistente in Italia. Il museo si articola su quattro piani ed è in continuo movimento perché per ragioni conservative i materiali sono esposti a rotazioni in mostre temporanee.
  4. Museo Luigi Bailo
    Un altro museo che vale sicuramente una visita è quello dedicato a Luigi Bailo, l’abate che salvò molte delle opere che oggi si possono vedere a Treviso. Recentemente restaurato, si articola negli spazi di un antico convento fondato nel XV secolo. Tanti i pezzi interessanti, da non perdere sicuramente la raccolta delle opere di Arturo Martini.
  5. trevisoIl cantiere Gallery
    E’ bastato entrare pochi minuti per capire la grande valenza di questo posto. Un cantiere vero e proprio, perché qui, ogni opera d’arte che è esposta – il locale è infatti a metà tra una galleria e un cocktail bar – è sempre nuova e particolare. Così entrando in questo bar di alto livello si può sorseggiare un drink passeggiando tra i lavori di artisti famosi ed emergenti. Poco fuori dal centro cittadino, in via della Repubblica 5, vale sicuramente una visita.

 

 

Read more

Articoli, DUBAI, SPECIALE Comments (0) |

A Dubai sul grattacielo più alto del mondo

Due attrazioni da non perdere sono il Burj Khalifa, grattacielo più alto del mondo, e le fontane di acqua e luce a ritmo di musica

In cima al mondo. Salire sul Burj Khalifa è un’esperienza davvero indescrivibile. Ecco, non chiedete di descriverla a chi soffre di vertigini, perché quando si sale si arriva ad essere davvero in alto. Da lassù si ha una vista incredibile: praticamente tutta Dubai è ai piedi dei visitatori. Vi risparmio informazioni tecniche su come e quando è stato realizzato il Burj Khalifa: tutto viene spiegato direttamente dalle guide che vi conducono fin quasi in cima con un ascensore velocissimo. Il grattacielo è alto più di 800 metri, per un totale di 161 piani. 3dubaiNon arriverete mai fino alla cima, sia chiaro. Ma sarete a una ventina di piani dalla vetta e da lì la vista è comunque mozzafiato. Curiosità: gran parte dei piani del grattacielo sono occupati da appartamenti di proprietà di Giorgio Armani, che proprio nel Burj Khalifa ha realizzato un residence esclusivo. Ora veniamo alle note dolenti: quanto costa salire sul grattacielo più alto del mondo? Circa 120 euro. Ne vale la pena? Se ci si trova a Dubai e si ha davanti un prodotto dell’opera umana unico al mondo probabilmente sì. Chiaramente, in perfetto stile arabo e soprattutto di Dubai, quando si passa per la biglietteria del The Mall – l’ingresso al Burj Khalifa è proprio dal centro commerciale più grande del mondo – e si acquista il ticket si viene poi condotti in un salottino nel quale vengono offerti ai visitatori in attesa del caffè arabo e dei dolcetti tipo baklava. Poi si sale e si rimane davvero a bocca aperta. Una volta conclusa l’esperienza sul Burj Khalifa che si fa? Di sicuro, se ci si trova da quelle parti in orario serale, non si può non fermarsi a vedere i giochi d’acqua e d luce a ritmo di musica che si svolgono lì sotto: sono qualcosa di davvero poetico e coinvolgente.

Read more